Attendere prego

Home Page > Eventi > Referendum costituzionale: NO, sempre più convinti
26 11, 2016
10:00
Verona, piazza della Cittadella
referendum_NO_CDNF_ famiglia

Negli ultimi mesi abbiamo pubblicato diversi articoli che spiegano le ragioni del NO al referendum sulla riforma costituzionale che si celebrerà il 4 dicembre.

I motivi sono di ordine tecnico e legale (la riforma porta meno democrazia, più partitocrazia, non taglia i costi della politica, complica l’iter legislativo) e di ordine politico: Renzi deve prendere atto  che non ci rappresenta.

Ti piace ProVita?
Diventa Fan e segui la nostra pagina Facebook



A conclusione della campagna per il NO, il Comitato delle Famiglie nato dal Comitato Difendiamo i Nostri Figli invita tutti  a Verona sabato 26 novembre, in piazza della Cittadella, alle ore 10.00.

Sarà presente anche il presidente di ProVita , Toni Brandi

I media continuano a silenziare la voce del Comitato delle Famiglie per il NO al referendum: facciamo vedere che il popolo che ha riempito piazza San Giovanni e il Circo Massimo non si fa intimidire dalla prepotenza di chi abusa del suo potere.

Oltre ad un occasione per ribadire forti e chiare le ragioni del nostro NO ad una riforma che incarna una deriva autoritaria e antidemocratica e che cancella il ruolo dei corpi intermedi – la famiglia in primis – la piazza di Verona sarà anche occasione per riaffermare i valori e i principi antropologici rispetto ai quali non abbiamo intenzione di fare un solo passo indietro.

Renzi ci ricorderemo_unioni civili_matrimonio gay_referendum_family day_circo massimoVi aspettiamo numerosi!

I comitati locali si stanno organizzando con trasferte in pullman, treno o auto private. Potete contattarli attraverso gli indirizzi di posta che trovate sul sito  del CDNF  o, in seconda battuta, scrivendo  a segreteria@difendiamoinostrifigli.it

Sabato 26 novembre, a Verona, in piazza Cittadella, alle ore 10, le voci del movimento di popolo del Family Day illustreranno le ragioni del NO.

Un NO motivato e ragionato per fermare l’attacco ai principi della sussidiarietà e della rappresentanza democratica, e per denunciare la deriva antropologica che mette in un angolo la famiglia, annulla i corpi intermedi e allontana la partecipazione del popolo alle decisioni che lo riguardano.

L’evento vedrà l’alternarsi di numerosi interventi di personalità del mondo del diritto, della società civile e della politica.

Chiuderà l’iniziativa il Presidente del CDNF Massimo Gandolfini indicando, fra le altre cose, le linee del futuro impegno del movimento profamily italiano dopo il 4 dicembre.

Redazione


#STOPuteroinaffittofirma e fai firmare qui la petizione 

contro l’inerzia delle autorità di fronte alla mercificazione delle donne e dei bambini

Sostieni Pro Vita