Attendere prego

Home Page > Notizie dal mondo > Gender battuto nel mondo su tre fronti: ma nessuno lo dice
Austria_aborto_gender_matrimonio gay

Quando la ragione e il buon senso prevalgono, quando la follia gender subisce qualche sconfitta, è bene parlarne.

La propaganda del mainstream massmediatico, invece cerca di glissare su certi fatti.

Ti piace ProVita?
Diventa Fan e segui la nostra pagina Facebook



Pensate al clamore che ha avuto la vittoria del sì al referendum irlandese sul matrimonio gay.

Ebbene, non altrettanta risonanza ha avuto il fatto che il 18 giugno 2015 l’Austria ha respinto una  proposta di legalizzazione delle nozze omosessuali.

Con 110 voti contrari (tra cui quelli dei socialisti) e solo 26 a favore l’Assemblea Nazionale dell’Austria ha respinto quello che gli LGBT hanno definito “il diritto umano del matrimonio tra omosessuali uguale a quello tra uomo e donna”. Ciò che in Italia si continua a negare che voglia fare il Cirinnà. Gli austriaci, ad ogni buon conto hanno rinviato al mittente la proposta. (ce ne informa Gaystarnews.com).

Era passata sotto silenzio dei grandi media anche quest’altra notizia.

Bludental

Oltreoceano il Brasile si era già opposto all’ideologia gender per via legislativa. “È stata una battaglia superata con successo a favore della famiglia nel Congresso National”, esulta su ZENIT il prof. Hermes Rodrigues Nery, coordinatore della Commissione Diocesana in Difesa della Vita. È accaduto un paio di mesi fa, quando una Commissione speciale si è riunita per analizzare il Piano Educativo Nazionale, che fissa obiettivi e strategie per i prossimi 10 anni e stanzia importanti investimenti pubblici nel settore dell’istruzione. Nel corso delle votazioni, è stata sollevata la questione relativa a un passaggio del testo di legge che attiene alla “promozione della parità razziale, regionale, di uguaglianza di genere e di orientamento sessuale”. Alcuni parlamentari presenti in Commissione, fiutando la strategia che si cela dietro determinati termini, hanno chiesto di sottoporre a un dibattito e al voto la definizione “uguaglianza di genere e di orientamento sessuale”.

Il deputato Antonio Bulhões, del Partito Repubblicano, ha spiegato ai colleghi: “Questo passaggio sull’ideologia di genere autorizza i burocrati del ministero della Pubblica Istruzione a invadere le scuole con libri gay, bisessuali, transgender ed altro, e tutto con un supporto legale, etichettato come promozione della parità di genere”.

Il successo della manifestazione di piazza a Roma del 20 giugno scorso, indica che l’Italia – il popolo italiano – vuole che il matrimonio rimanga solo quello tra uomo e donna, che i bimbi crescano con mamma e papà e che il gender se ne stia lontano dalla scuola.

Questi episodi devono servire a rafforzare la speranza che saranno il buon senso e la ragionevolezza a prevalere, alla fine, sulla follia.

Redazione

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

3 Commenti, RSS

  • Salvatore piras

    dice su:
    26/06/2015 alle 01:57

    È sufficiente osservare la conformazipne anatomica dell”uomo e della donna per capire che spno complementari e che quella è. L’unione giusta. Nel casodi due donne o di due uomini non è cosi, è. anzi una forzatura che non a caso è. stata definita sodomia!

    • Giuseppe Costa

      dice su:
      30/06/2015 alle 07:11

      L’esorcismo fatto dai sacerdoti e vescovi hanno allontanato la piaga gender dal Brasile e dal Mexico ora spero che padre Amorth e tutti gli esorcisti vescovi in comunione col papa e con noi ne facciano uno per L’Italia; che non passi la legge Cirinna’ e che la CEI partecipi compatta in unione col papa alla prox family day di p.za San Giovanni -W DIO Trino Maria Giuseppe gli angeli ed i Santi –

  • Giuseppe Costa

    dice su:
    30/06/2015 alle 07:27

    La Austria ha votato in Parlamento contro la teoria gender il 18 giù ’15 e nessuno in Italia ha dato notizia; quindi è vero che c’-è una loby gay; io stentaVo a crederci ora vedo ch’è anche potente specie nella rete pubblica RAI, infatti ho notato che qnd c’è stata l’assemblea oceanica delle Fam. . in p.za S.Giovanni a fine notizia si chiudeva con il gay Vendola ed i suoi amici che denunciavano essere omofobia; quando fanno i gay pride; ultimo è qĺo di Istanbul che sono stati dispersi perché non autorizzati sono state dette tante cose diverse dalla verità senza ascoltare la controparte, come si fa, ma tutto pro gay; e m’ha lasciato sdegnato vedere qst manipolazioni come confondere il sesso col diritto e la democrazia -Santa Caterina da Siena ha detto che persino i demoni sono schifatoi del peccato contro natura e i gaies sono peggiori allora? ?Che Dio ci liberi da tale piaga che grida vendetta al Suo cospetto-Che non passi la Leg Cirinna’ che insegni ai bambini dai 0-4an la masturbaz

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati