Home Page > Notizie dal mondo > Grande vittoria provita negli Stati Uniti
obamacare, Hobby Lobby, Corte suprema USA, obiezione di coscienza, datori di lavoro, obbligo, USA, riforma sanitaria, contraccezione, Dio, Zingaretti, Lazio, Barbara Green, sentenza

La Corte Suprema americana, che non è certo cattolica, né è pro life, ha stabilito ieri che l’azienda cristiana “Hobby Lobby” non è tenuta ad obbedire alla norma voluta dalla riforma sanitaria di Obama (“Obamacare”) che voleva obbligare i datori di lavoro a fornire copertura assicurativa sanitaria per le spese abortive e per la contraccezione a tutti i dipendenti.

Sostanzialmente è stato riconosciuto il diritto all’obiezione di coscienza a tutti i datori di lavoro che – invocando le proprie convinzioni religiose – si rifiutano di obbedire a una legge moralmente inaccettabile. “La decisione della Corte è una vittoria, non solo per la nostra azienda di famiglia, ma per tutti coloro che cercano di vivere con coerenza la loro fede. Siamo grati a Dio e a coloro che ci hanno sostenuto in questo difficile cammino ” ha detto Barbara Green co-fondatrice della catena di negozi Hobby Lobby.

Sei un ProVita?
Seguici su Twitter




Chissà se Zingaretti e la bella compagnia che sta attaccando selvaggiamente il diritto all’obiezione di coscienza, qui in Italia e in Europa, sono in grado di comprendere che il diritto all’obiezione di coscienza attiene alla sfera più alta e inviolabile delle libertà fondamentali dell’individuo, che qualsiasi paese civile dovrebbe pregiarsi di tutelare…

Francesca Romana Poleggi

 

Blu-Dental

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Sostieni Pro Vita

Un Commento, RSS

  • Francesco

    dice su:
    02/07/2014 alle 22:44

    Finalmente una notizia buona.. anche se c’è molto da pregare..

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati