Attendere prego

Home Page > Notizie dal mondo > Impegni dei satanisti moderni: aborto e diritti gay
omosessualismo_menzogna

Le priorità dei gruppi satanisti al giorno d’oggi? Aborto libero -privo di ecografie e di passaggi intermedi- e la promozione dei diritti gay, tanto da arrivare ad offrirsi di celebrare i matrimoni di chiunque volesse -non solo omosessuali, quindi.

Questa l’analisi curata da Tempi.

Sei un ProVita?
Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani informato


Iscriviti

___

Niente sedute spiritiche, nessuno pazzo indemoniato né omicidi rituali. Non c’è nulla di tutto questo nell’intervista concessa qualche giorno fa al quotidiano di Detroit Metro Times dal portavoce del gruppo satanista più chiacchierato degli Stati Uniti, “The Satanic Temple”. Anzi, Lucien Greaves si presenta il suo movimento come un club di brave persone impegnate a diffondere tra la gente «benevolenza», «empatia» «buon senso pratico e giustizia» e a guidare le coscienze al perseguimento di «obiettivi nobili». Quali? Per esempio «i diritti gay» e l’aborto libero.

IL SATANISTA MODERNO. Nato a Detroit con il nome di Doug Mesner, il portavoce della setta spiega al giornale della sua città di essersi avvicinato agli adoratori del diavolo quasi per reazione al «panico» che si respirava negli anni Ottanta, quando la gente immaginava i satanisti come «orde vaganti» di «un’enorme setta criminale omicida» e «i gruppi ecclesiali cercavano di vietare l’heavy metal e Dungeons & Dragons». Secondo Greaves fu «di fatto una caccia alla streghe» alimentata da «bugie». Proprio «quelle bugie hanno contribuito a creare i satanisti di oggi». Che magari hanno l’aria insospettabile e sono laureati nelle università americane più prestigiose, come lo stesso Greaves. E magari sono capaci di strappare vittorie un tempo inimmaginabili. Il gruppo rappresentato da Greaves, The Satanic Temple, per esempio, recentemente ha ottenuto – sfruttando la confusione che esiste intorno al concetto di libertà religiosa – il permesso di costruire una statua di Satana davanti al parlamento dell’Oklahoma, ed è riuscito a organizzare una messa nera all’interno del campus di Harvard, facendola passare per «una performance a scopo educativo».

L’ETERNO RIBELLE. Ma cosa ci trova di affascinante nel Maligno, uno come Greaves? Il diavolo, spiega lui a Metro Times, «simboleggia l’eterno ribelle, l’opposizione all’autorità arbitraria, e difende la sovranità personale, anche di fronte a disuguaglianze insormontabili». Quanto ai suoi adepti, rivela Greaves, «noi abbracciamo la ricerca razionale purificata dal soprannaturalismo e dalle superstizioni arcaiche fondate sulla tradizione. Lavoriamo attivamente per affinare il nostro pensiero critico ed esercitare l’agnosticismo ragionevole in ogni cosa».

I DIRITTI GAY. Per The Satanic Temple gli unici comandamenti da seguire riguardano le campagne secolariste. Innanzitutto quella per i «diritti gay», definita da Greaves «una delle cose che ci stanno più a cuore». Su questo fronte, annuncia l’esponente satanista, «c’è stato un grande progresso, ma resta ancora molto da fare». A cominciare proprio dal Michigan, dove il governatore repubblicano Rick Snyder ancora si oppone al matrimonio gay: «Ci piacerebbe insegnare a Snyder cos’è la Costituzione (…) celebrando un matrimonio gay in Michigan. Per noi il matrimonio è un sacramento. Lo riconosciamo e pensiamo che lo Stato debba riconoscere il matrimonio sulla base della libertà religiosa. Chiunque voglia farlo può alzare la mano e avrà il suo matrimonio celebrato da Lucien Graves. Non vediamo l’ora di diffonderci in Michigan sulla questione dei diritti gay, per portarlo nel ventunesimo secolo».

LA DIFESA DELLE DONNE. Il portavoce di The Satanic Temple dice di aver ricevuto tante minacce di morte da essersi stufato. «Quando le persone usano il mio nome (…) è implicito che si tratti di una minaccia». Anche lui tuttavia si congeda dal giornalista di Metro Times rivolgendo una specie di minaccia ai lettori di Detroit: «Dì loro che tornerò. Che Detroit tornerà indietro. E cose terribili accadranno. So che il governatore è un idiota. Ma faremo di più per la giustizia sociale (…). So anche che Snyder ha cercato di rendere insostenibile per le donne terminare una gravidanza: noi sentiamo di dover proteggere le donne da procedure superflue come l’ecografia (pratica che in diversi stati americani molti politici pro-life stanno cercando di rendere obbligatoria prima di ogni aborto, ndr)», naturalmente «con esenzione religiosa».

Benedetta Frigerio

 

Blu Dental

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Sostieni Pro Vita

2 Commenti, RSS

  • Giuseppe

    dice su:
    10/07/2014 alle 20:10

    Preghiera a Gesù – di Giuseppe Monno

    O Signore Gesù, Verbo di Dio, per il quale tutto fu fatto, in principio, per mezzo tuo; proteggici dal maligno e guidaci nella lotta contro il peccato. Vieni in aiuto di tutti gli uomini, i quali, Dio Padre, il Santo dei Santi, ha fatto per l’immortalità, li fece a immagine della propria natura; li condusse fuori dal paese d’Egitto, liberati dalla schiavitù, li ha nutriti di manna, che essi non conoscevano e che neppure i loro padri avevano mai conosciuto, per fargli capire che l’uomo non vive di solo pane, ma che l’uomo vive di quanto esce dalla bocca del Signore. O Signore Gesù, tu che sei la via, la verità e la vita, tu che hai detto: « Chi crede in me non morrà in eterno », corri, se vuoi, in soccorso alla nostra preghiera, e non permettere che il maligno ci separi da te, e che noi veniamo gettati via come il tralcio che secca, poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano; tu, che solo, hai parole di vita eterna, manda su di noi il consolatore, lo spirito di verità, perché dimori in noi e sia in noi. Così, o Signore Gesù, la tua guida invincibile ci preservi dalla fiamma che brucia in eterno; tu che sei la luce che splende nelle tenebre, e le tenebre non l’hanno vinta; a te ci affidiamo in tutto ciò che è buono, tu che sei nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo; perché fosti tu, che con la tua Santa Croce hai redento il mondo, fosti tu a schiacciare la testa del serpente antico, tu hai vinto la morte, sei tu che hai detto: « Ho il potere di dare la vita e di riprenderla di nuovo »; a noi, che con te siamo morti, e siamo stati liberati dall’influsso degli spiriti di demòni che dominano questo mondo, concedici, con il dono della tua grazia, di non permettere mai che cadiamo nelle grinfie dell’antico nemico, omicida fin dal principio; colui che si traveste da angelo di luce e che seduce tutta la terra. Tu lo vedesti cadere dal cielo come una folgore, sconfitto in virtù del tuo sangue d’agnello, e per questo si rallegrarono i cieli, e quanti in essi vi abitano; guai, invece, fu per la terra e per il mare, perché pieno di furore fu per noi uomini, questo antico nemico. Per questo, tu, hai detto noi: « Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e sopra tutta la potenza del nemico: nulla potrà danneggiarvi! ». O Signore Gesù, tu che chiami amici tutti coloro che osservano i tuoi comandi; tu che hai dato noi un comandamento nuovo: « Che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi », ancora, insistenti ti chiediamo di esaudire questa nostra preghiera; tu, che ci hai comprati a caro prezzo, ti preghiamo ascoltaci; tu, che per quel grande amore verso tutti noi, fosti flagellato, poi, crocifisso, ti preghiamo, ascoltaci; tu, che sei risorto dai morti, e sei assiso alla destra del Padre, ti preghiamo, ascoltaci; e come quel centurione, che pieno di fede in Israele, ti disse: « Signore, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma di soltanto una parola e il mio servo sarà guarito », anche noi, consci di aver peccato contro il Padre e contro di te, ti chiediamo perdono, e ti supplichiamo, ascoltaci. Amen.

  • Francesco Sabatini

    dice su:
    26/08/2015 alle 11:13

    Simpatico tipetto ‘sto Greaves (o come si chiama).

    Mi fa venire in mente una famosa frase affibbiata a un prelato, a colloquio con un anti-clericale (non ricordo se fosse un politico – so che è un episodio che certamente è accaduto, ci è stato raccontato dal proto-rettore della mia università): “Non siamo riusciti in duemila anni a distruggere la Chiesa dall’interno, ora vuol riuscirci lei?”

    Praticamente, i ribelli peccano di ingenuità. Non vedono mai che la partita termina al 90° minuto o alle conseguenze delle proprie azioni.

    Inoltre…

    Questo tipo vorrebbe insegnarci ad essere come veri diavoli, ma non sa che siamo già tanto sofferenti così, ‘condannati’ dal nostro libero arbitrio; infatti, parafrasando Chesterton, ‘siamo umani, cioè abbiamo tutti i diavoli nel cuore’ e così ci capita spesso di mancare da rispetto a chi ci circonda, dalla Creazione, passando per il Creatore, fino ad arrivare a noi stessi (che pure ne facciamo parte).

    Infine, semplicemente: perchè peggiorarsi?

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati