Home Page > Notizie dal mondo > Quello che non si dice a proposito della fecondazione artificiale
fecondazione

Più di 5 milioni di bambini sono nati dal 1978 grazie alla fecondazione artificiale. Questo fa credere a molti che il problema della infertilità e della sterilità sia superato. I media danno ampia risonanza ai successi della FIV e ai genitori felici con il bambino in braccio.

Ma come al solito la verità che ci viene presentata è parziale e quindi non è verità: sono completamente ignorate le storie e le sofferenze del quasi 80% delle donne che si sono sottoposte a quello che è un vero Calvario, molto costoso in termini di stress, oltre che economici, per ottenere un impianto – nel proprio grembo o anche in un utero affittato – che non ha mai sortito l’effetto sperato.

Sei un ProVita?
Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani informato


Iscriviti

A New York il 27 settembre si terrà un convegno su questo tema.

Il titolo sarà  “ The Cycle: Living A Taboo ” (Il Ciclo: Vivere un Tabù) e si parlerà delle nascoste ramificazioni,  delle considerazioni bioetiche connesse,  di tutte le pratiche relative alla fecondazione artificiale,  della mancanza di un figlio e dell’infertilità, sia rispetto agli individui, sia rispetto alla società.

Clicca qui per leggere l’articolo originale pubblicato da Marketwire in lingua inglese

Fonte: Marketwire

banner loscriptorium

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Sostieni Pro Vita

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati