Home Page > Dicono di noi > Il video di ProVita sul gender impazza sul web
video_ProVita_gender

Il breve e incisivo spot, creato da ProVita per sensibilizzare sul problema del gender nelle scuole e diffondere la petizione sull’educazione sessuale e affettiva, diventa virale e in poco più di 24 ore raggiunge le 300 mila visualizzazioni e oltre 2000 condivisioni.

Naturalmente ciò non poteva che far infuriare il mondo LGBT che ha scatenato un attacco su vasta scala, dimostrando così che alla teoria gender ci tiene per davvero. Il video, anche grazie ai duri attacchi di cui è stato oggetto, ha avuto una risonanza enorme e ha ottenuto il suo scopo: far parlare del problema del gender nelle scuole, aprire gli occhi ad alcuni, stimolare il dibattito. Non possiamo che ringraziare i nostri “oppositori” per tutta la visibilità e l’attenzione che ci stanno dando. Gayburg parla di “spot omofobo” e di “istigazione all’odio” omofobico: l’accusa è un po’ ridicola ma non ci sorprende per nulla visto che, come abbiamo recentemente spiegato, quasi tutto può essere considerato “omofobia”. Gay.it ci accusa di “terrorizzare i genitori”, di scagliarci contro l'”inesistente teoria del gender” (ma allora, se ci battiamo contro qualcosa che non esiste, perché alcuni gruppi si sentono così chiamati in causa e offesi?), di promuovere una “campagna di disinformazione”, ecc.

Sei un ProVita?
Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani informato


Iscriviti

L‘Espresso parla di “lavaggio del cervello” e fa un po’ di confusione riferendo tutte le immagini forti del video ai “gay” (la normalizzazione della transessualità e di identità di genere “indefinite” è cosa ben diversa). Altri gruppi LGBT hanno pensato di chiedere a Facebook di togliere il video per “oscenità/nudità”, in riferimento ad una immagine in cui, per una frazione di secondo, si vede un uomo, di schiena, “nudo”. Per fortuna, Facebook non ha ritenuto valide le segnalazioni e il video rimane. Ma il fatto è quantomeno paradossale: l’immagine infatti, a parere nostro, mostra effettivamente una cosa oscena. Peccato che la maggior parte delle immagini (tra cui quella dell’uomo “nudo”) siano state prese da un “gay pride” piuttosto importante. Questo per soddisfare la curiosità di chi accenna ad immagini prese “chissà dove”. Insomma gli LGBT permettono le “oscenità” nelle loro parate, ma poi si lamentano accusando di “oscenità” chi osa mostrare cosa succede durante i gay pride. Quanto all’immagine di “bambini che inseriscono profilattici su paletti di legno”, anche questa non ce la siamo inventati: si tratta di una lezione di educazione sessuale in un “civilissimo” paese europeo.

La rabbia arcobaleno è però andata oltre, non accontentandosi di esprimere accuse infondate: il nostro sito è stato oggetto di continui e ripetuti attacchi di hacker (non è la prima volta) che hanno cercato di mettere in ginocchio i nostri sistemi informatici. Questo non può che stimolarci a andare avanti, per la Vita, per la famiglia e per i bambini! Intanto le visualizzazioni continuano ad aumentare rapidamente, essendo ormai più di 350 mila le persone raggiunte, così come crescono velocemente le sottoscrizioni alla nostra petizione contro la teoria gender nelle scuole. Un successo insomma, grazie anche ai nostri amici LGBT.

Redazione

Sostieni Pro Vita

 Blu-Dental

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

17 Commenti, RSS

  • Grazia Cuffari

    dice su:
    26/02/2015 alle 21:36

    E’ un crimine contro l’umanità tutto quanto viene proposto oggi da gente che vuole stravolgere il modo naturale del vivere voluto da Dio fin dalle origini. Tutto ciò è orrendo e occorre lottare contro queste assurdità, perciò firmiamo e facciamo firmare perché questo obbrobrio non si verifichi. Evitiamo di far pagare ai nostri figli le conseguenze dei nostri errori. Costruiamo il loro futuro ricco di sana umanità condividendo la sana proposta del presidente pro Vita. Grazie !

  • nicoletta salvi

    dice su:
    26/02/2015 alle 22:54

    il video sull’educazione gender impazza su facebook perchè è troppo ridicolo! andatevi a leggere i commenti e vedrete, la gente lo fa girare per farsi due risate o per condannare la vostra posizione!

    • FRP

      dice su:
      27/02/2015 alle 07:12

      … molti, in realtà, “rosicano”… è non capisco perché: se è stupido e ridicolo dovrebbero ignorarlo…

      • Arianna

        dice su:
        27/02/2015 alle 22:11

        eh vabbe’ ma come si fa ad ignorarlo, e’ da quando una mia amica mi ha segnalato il link stamattina che ho i crampi alla mascella dalle risate…solo che la tristezza del quadretto familiare rappresentato, tra arredamento da mausoleo, marito zombie da divano e televisore, e moglie isterica ha distrutto irrimediabilmente la mia idea di famiglia tradizionale. Mi tocchera’ darmi ai gender studies.

        • FRP

          dice su:
          28/02/2015 alle 06:51

          Ognuno si diverte come può. E far fare una sana risata, in questo mondo di gente perennemente arrabbiata e piena di odio, è un merito che ci prendiamo volentieri

          • Arianna

            dice su:
            28/02/2015 alle 11:27

            assolutamente, gia’ attendiamo tutti il prossimo con trepidazione!

      • giosali

        dice su:
        28/02/2015 alle 18:02

        Hai ragione! Rosicano! Ridono, per nascondere la rabbia che li divora! Criticano l’estetica del video, perchè non sono più capaci di guardare al contenuto e alla realtà delle cose. Chi ha capito il messaggio, lo condivide e firma la petizione!

  • Lettore/ice852

    dice su:
    27/02/2015 alle 09:09

    Attenzione: il video è stato “bloccato” su youtube. Almeno a me dice che devo confermare la mia età per vederlo. Fa lo stesso anche a voi?

    • FRP

      dice su:
      27/02/2015 alle 17:40

      Gentile lettore/lettrice,
      stiamo subendo attacchi di hacker, attacchi di gruppi che ci vogliono bannare la pagina facebook, ci hanno denunciato su you tube perché il video contiene un “nudo osceno”!!!
      Ma resistiamo.
      Voi abbiate pazienza. Evidentemente abbiamo dato fastidio. Non so bene a chi, perché dicono che il gender non esiste…
      Quindi noi parliamo male di un’ideologia che non esiste e i non ideologi di questa non ideologia ci massacrano… strano… curioso…

  • Claudio Filipponi

    dice su:
    27/02/2015 alle 09:46

    Nel mondo in cui tutta la gioventù, e non solo tende a tornare alla naturalezza della vita di ciò che mangiamo che deve essere biologico, dell’aria che respiriamo che deve tornare a livelli vivibili, dei rifiuti che devono essere differenziati per avere un futuro, come possiamo permettere che certi insegnamenti vadano contro natura. Mi spiego meglio: la natura che noi lo vogliamo o no fa sempre il suo corso e si ribella ai nostri oltraggiosi attacchi, quindi noi come possiamo metterci al di sopra della natura con i nostri insegnamenti gender. I nostri figli hanno bisogno di crescere nelle famiglie e non negli istituti scolastici, i quali con certi abusi d’insegnamento rischiano di essere degli istituti psichiatrici a forza di imporre le nostre idee da fratelli maggiori che spesso sfociano ad essere insegnamenti più da maggiori che da fratelli. Amiamoci tutti come Gesù Cristo ci ha insegnato, perchè soltanto Lui può dare consigli da Padre e da Fratello Maggiore. Dio ci Ama tuttiiiiiiii!

  • Claudio Filipponi

    dice su:
    27/02/2015 alle 10:06

    Nel mondo in cui tutta la gioventù e non solo tende a tornare alla naturalezza della vita; di ciò che mangiamo che deve essere biologico, dell’aria che respiriamo che deve tornare a livelli vivibili, dei rifiuti che devono essere differenziati per avere un futuro, come possiamo permettere che certi insegnamenti vadano contro natura. Mi spiego meglio; la natura che noi lo vogliamo o no fa sempre il suo corso e si ribella ai nostri oltraggiosi attacchi, quindi noi come possiamo metterci al di sopra della natura con i nostri insegnamenti. I nostri figli anno bisogno di crescere nelle famiglie e non negli istituti scolastici, i quali con certi abusi d’insegnamento rischiano di essere degli istituti psichiatrici a forza di imporre le nostre idee da Fratelli Maggiori che spesso sfociano ad essere insegnamenti più da Maggiori che da Fratelli. Amiamoci tutti come Gesù Cristo ci ha insegnato, perchè soltanto Lui può insegnarci da Padre e da Fratello Maggiore. Dio ci ama tutti indistintamente.

  • Simona

    dice su:
    28/02/2015 alle 11:08

    Ma non vi siete tesi conto che le visualizzazioni e le condivisioni del video sono solo per quanto è ridicolo e mal fatto??

    • FRP

      dice su:
      28/02/2015 alle 15:27

      La gente avrà il gusto dell’orrido…

  • Giulia Manservisi

    dice su:
    28/02/2015 alle 18:42

    Il video impazza nel Web, perché è ridicolo nella forma e disgustoso nei contenuti e i commenti negativi superano di gran lunga quelli di approvazione. Se questo per voi è un successo… Una risata seppellirà voi e la vostra visione del mondo anacronistica e antiscientifica.

    • FRP

      dice su:
      28/02/2015 alle 19:27

      Se lo dice lei… Magari ci seppellisse una risata. Sarebbe una dolce morte. Va bene tutto quello che dice, se lo dice lei… solo una cosa è profondamente falsa e sbagliata: la visione del mondo antiscientifica è quella degli ideologi del gender. Su questo non c’è storia. Solo ignoranza grossa e grassa di chi crede che l’ideologia gender abbia un qualsiasi fondamento scientifico (serio)

  • Franco Artemi

    dice su:
    03/03/2015 alle 11:33

    Peccato: il contenuto del video è condivisibile e c’è tutto, ma la fattura è, purtroppo, fin troppo criticabile… Non voglio affendere: sono d’accordo con voi nei contenuti, ma la maggior parte delle persone condividono per riderci su e sfottere… E non perchè credono nel messaggio.
    Capisco l’impegno, ma il risultato, ripeto senza offesa nè sarcasmo, è pessimo e triste, da tv di provincia.
    L’abito non fa il monaco, ma in una “guerra” mediatica dentro la quale siete anche voi come questa, ci si combatte anche a suon di “prodotti” ben confezionati, se no, si corre il rischio di perdere le battaglie e di essere ridicolizzati, pu avendo un forte messaggio come il vostro…Saluti

    • FRP

      dice su:
      03/03/2015 alle 17:33

      Certo, non abbiamo testimonial come Lady Gaga o Brad Pitt…

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati