Attendere prego

Home Page > Aborto > “Ora et labora in Difesa della Vita”: gli appuntamenti di gennaio
aborto_tardivo_dolore_USA_Utah_vita

Il presidente dell’Associazione Ora et Labora in Difesa della Vita ci ha scritto per comunicarci gli appuntamenti per il mese di dicembre.

Le iniziative in difesa della Vita vanno sostenute e promosse il più possibile: in un contesto segnato da una cultura di morte un segno pubblico di speranza è quantomai necessario.

Sei un ProVita?
Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani informato


Iscriviti

Riportiamo le parole del presidente di Ora et Labora in Difesa della Vita

Difendiamo i nostri fratellini più piccoli e indifesi minacciati dall’aborto perché – compito supremo nel mondo è custodire la Vita, con la propria Vita. Aumentiamo quindi i nidi di preghiera fuori dagli Ospedali abortisti in tutta Italia ricordandoci delle parole di Don Benzi: «Ho trovato il modo per far cessare gli aborti in tutta Italia: andare a pregare di fronte agli ospedali».

Noi dobbiamo rendere pubblico quello che avviene nel silenzio degli ospedali.

Il fatto è che la società è anestetizzata. Che cosa accadrebbe se un giornale domani titolasse a sei colonne: «Ieri 5 bambini uccisi nell’ospedale della nostra città»? Direbbe una cosa vera!

Ecco gli appuntamenti in difesa della Vita in programma per il mese di gennaio:

➨ 13 Gennaio – Venerdì – dalle 8,30 alle 13,30

Ospedale Nuovo San Gerardo, a Monza, via Pergolesi, 33

Preghiera per la Vita in riparazione al delitto dell’aborto volontario.

Ogni venerdì in questo ospedale sono programmate e avvengono, le interruzioni volontarie di gravidanza (IVG-Aborti Volontari).

➨ 13 Gennaio – Venerdì – dalle 9 alle 12

Ospedale Civile S. Spirito, a Pescara, via Fonte Romana, 8
Preghiera per la Vita in riparazione al delitto dell’aborto volontario.

➨ 14 Gennaio – Sabato – dalle 14,30 alle 18 ca.

Ospedale S. Andrea, a La Spezia, piazza Caduti della Libertà

Preghiera per i Bambini Non Nati.

Ore 14,30 ritrovo; ore 15 recita della Coroncina della Divina Misericordia e Santo Rosario; ore 17 Santa Messa nella Cappella dei SS. Andrea e Cipriano (Cappella dell’Ospedale Sant’Andrea).

➨ 17 Gennaio – Martedì – dalle 9,30 alle 12

Spedali Civili, a Brescia, Piazzale Spedali Civili, 1

Preghiera per la Vita in riparazione al delitto dell’aborto volontario.

 20 Gennaio – Venerdì – dalle 8,30 alle 13,30

Ospedale Nuovo San Gerardo, a Monza, via Pergolesi, 33

Preghiera in riparazione al delitto dell’aborto volontario.

Ogni venerdì in questo Ospedale sono programmate, vengono eseguiti gli aborti

 21 Gennaio – Sabato – dalle 14 alle 19 ca.

Basilica San Vittore Martire, a Varese, piazza Canonica, 8 (zona pedonale)

Preghiera Itinerante a DIFESA della VITA.

Ore 14 ritrovo; ore 14,30 all’interno della Basilica, recita Santo Rosario dei Bimbi Non Nati; poi si potrà restare a pregare oppure testimoniare nelle vie del centro di Varese; ore 18  Santa Messa.

➨ 25 Gennaio – Mercoledì – dalle 9 alle 12 

Ospedale Civile S. Spirito, a Pescara, via Fonte Romana, 8
Preghiera per la Vita in riparazione al delitto dell’aborto volontario

Invito infine i sostenitori della vita a visitare il mio canale di Gloria TV, dove sono stati caricati diversi video che possono contribuire alla difesa della vita.

Giorgio Celsi


#STOPuteroinaffittofirma e fai firmare qui la petizione 

contro l’inerzia delle autorità di fronte alla mercificazione delle donne e dei bambini

 

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

2 Commenti, RSS

  • Mario Rossi

    dice su:
    12/01/2017 alle 11:45

    Secondo me per sconfiggere le leggi sull’aborto bisogna puntare su iniziative e manifestazioni laiche. Non dico che se uno è credente non possa pregare affinché finisca questa strage. Però quando si manifesta in pubblico se lo si fa con preghiere e simboli cattolici, al massimo si può convincere qualche cattolico, però tutti gli altri vedono questa cosa come una cosa cattolica che vogliamo imporre sugli altri. Noi sappiamo bene che non è così ma i pro choice ci accusano proprio di questo, che i limiti sull’aborto ci sono per colpa dell’invadenza della Chiesa, e così facendo gli stiamo dando ragione. Di fatti sono 38 anni che c’è una legge contraria al più fondamentale dei diritti umani e ancora non si è riusciti ad eliminarla.

    • Redazione

      dice su:
      12/01/2017 alle 17:36

      Lei ha ragione. Ma consideri anche che ci sono tanti sedicenti cattolici abortisti… Se poi avrà la bontà di seguire i nostri articoli (e quelli di tanti altri) gli argomenti contro l’aborto sono assolutamente “laici” (e scientifici). E il bello è che gli abortisti rispondono a forza di vecchi slogan. Anzi di solito rifiutano un confronto pacato e civile…

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati