Attendere prego

Home Page > Fine Vita > Utero in affitto – La tua firma per dire basta: Stop Utero in Affitto
ProVita_utero-in-affitto

STOP utero in affitto! Questo è il testo della petizione promossa da ProVita onlus, AGE, Generazione Voglio Vivere, Non Si Tocca la Famiglia, Comitato Articolo 26 e la Nuova Bussola Quotidiana. La petizione sarà consegnata al Presidente del Consiglio, al Ministro della Giustizia, ai Presidenti della Camera e del Senato, e al Presidente della Repubblica nella sua funzione di Presidente del Consiglio superiore della magistratura. 

La pratica disumana dell’ utero in affitto si diffonde: non solo nei paesi dove è purtroppo permessa, ma anche in Italia, dove in teoria è vietata.

Le “madri surrogate” quasi sempre stipulano l’accordo di surrogazione in condizioni di disagio economico, familiare o sociale, e senza essere adeguatamente informate riguardo alla natura del contratto e ai rischi per la salute fisica e psichica. Il bambino è trattato come una “cosa”, trasferita da una parte all’altra in quanto “oggetto” del contratto, e viene separato dalla mamma. La donna viene sfruttata economicamente in ciò che ha di più intimo e prezioso: la maternità.

Vuoi approfondire la tua cultura prolife?
Leggi gli articoli inediti pubblicati sulla rivista mensile "Notizie ProVita"

Clicca qui

Nel nostro Paese, agenzie straniere che guadagnano milioni di dollari con la maternità surrogata, cercano in modo subdolo di promuovere la pratica dell’utero in affitto e di procacciarsi clienti italiani, disposti a pagare decine di migliaia di euro per comprare un bambino, privandolo per sempre di sua madre.

Durante un incontro con potenziali clienti a Roma, il rappresentante di un’agenzia americana per la maternità surrogata, ha detto: «Sono qui perché voglio aiutarvi ad ottenere quello che volete [cioè un bambino, ndR] nel minor tempo possibile e al prezzo più economico. Vogliamo avere più clienti in Italia…».

Non è forse, questa, una vendita di bambini?

Quel che è peggio, nonostante le denunce, le autorità – in particolare i magistrati – sembrano fare ben poco per fermare quelle agenzie e i loro lucrosi affari.

Bisogna quindi agire ora, per i bambini e per le madri!

 

Firma anche tu!

 

Con questa petizione chiediamo al Governo e al Parlamento di:

1. contrastare sul piano interno, europeo e sovranazionale ogni forma di legalizzazione della surrogazione di maternità;

2. assicurare la corretta applicazione delle norme penali che vietano la surrogazione di maternità e la commercializzazione di gameti, (L. 40/2004, art. 12, comma 6) al fine di prevenire e di reprimere l’operato di agenzie straniere, enti diversi, professionisti o altre persone, che promuovano, realizzino, organizzino o pubblicizzino in qualunque forma le pratiche di maternità surrogata in Italia;

3. adottare ogni iniziativa utile a promuovere l’adozione di un’apposita convenzione internazionale per l’abolizione universale della pratica di surrogazione della maternità.

Firma questa petizione e unisci la tua voce alla nostra e a quella di tante associazioni e cittadini che vogliono difendere i diritti dei bambini e delle madri.

Se credi che i bambini non siano oggetti da comprare, e che le donne non siano incubatrici da sfruttare, firma questa petizione. Insieme, possiamo contribuire a fermare la diffusione della pratica dell’ utero in affitto nel mondo, ed impedire che essa venga promossa e organizzata in Italia.

 

Firma anche tu!

 

Firma qui per chiedere al Governo e al Parlamento di agire contro l’utero in affitto: per i diritti delle donne e dei bambini!

utero-in-affitto_Loghi

SOSTIENICI NELLA RACCOLTA FIRME!

Clicca qui per scaricare il modulo cartaceo per la raccolta manuale delle firme.

Scegli la dimensione del banner da inserire all’interno del tuo sito o del tuo blog.

Copia il codice scelto e incollalo nel punto esatto in cui desideri che sia visibile il banner.

BANNER CHE MISURA 270×270 PIXEL

Copia il codice sottostante (in tutte le sue parti) e incollalo nel codice html del tuo sito o blog nel punto in cui desideri che sia visibile.

BANNER CHE MISURA 800×450 PIXEL

Copia il codice sottostante (in tutte le sue parti) e incollalo nel codice html del tuo sito o blog nel punto in cui desideri che sia visibile.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

5 Commenti, RSS

  • Giuseppina Spadano

    dice su:
    31/01/2017 alle 22:41

    L’eutanasia e’ un assassinio . Nessuno può togliere la vita a un altro essere umano. La vita ci e’ stata donata da Dio e solo DIO se la può riprendere.

  • MARIA GAGGIOLI

    dice su:
    01/02/2017 alle 16:57

    La mia mamma, morta a 95 anni, spesso durante il giorno mi diceva che non aveva più voglia di vivere e che voleva andare da mio papà e da mio fratello. Io le rispondevo che quando sarebbe venuta la sua ora Dio li avrebbe mandati a prenderla. Lei mi sorrideva e aspettava fiduciosa.

  • paolo marcotulli

    dice su:
    10/02/2017 alle 12:55

    no, non firmo.
    Siete per la vita?
    Allora accettate l’idea che una persona abbia il diritto di dirle di no quando questa diventa impossibile.
    La vita e’ cinica e, sulla mia vita , decido io….

    • Redazione

      dice su:
      10/02/2017 alle 13:54

      Ci dispiace tanto per lei, che abbia le idee così confuse. Liberissimo di non firmare: ciascuno è anche libero di ammazzarsi. Ma non di pretendere il “suicidio” a carico del SSN e di noi tutti contribuenti.

  • Paolo Villani

    dice su:
    10/02/2017 alle 18:30

    L’eutanasia è un omicidio-suicidio, come si fa a non capire? Si potrebbe dire che un cattolico non può laurearsi in medicina o farmacologia perché poi verrebbe costretto a praticare l’eutanasia, uccidere i bimbi non ancora partoriti o vendere in farmacia cose che vanno contro la sua morale.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati