Home Page > Notizie dall’Italia > Venezia – Favole gay nelle scuole per bambini 0-6 anni
Venezia_fiabe_gay

Sta creando strascichi polemici la distribuzione di materiale gay friendly negli asili nido e nelle scuole d’infanzia di Venezia ma, al netto di tutte le considerazioni e dei tentativi di tamponarne le reazioni, i fatti parlano chiaro: il Comune ha speso 10.000 € per acquistare migliaia di copie di libri contenenti favole GLBT, su ordine di Camilla Seibezzi –delegata del Sindaco Orsoni per le politiche contro la discriminazione- e con l’avvallo del Dirigente alle Politiche Educative. Il materiale è stato direttamente consegnato nelle mani delle maestre e delle educatrici, con l’indicazione di volerle leggere ai bambini.

Si parla del “Grande e grosso libro delle famiglie”, raccolta di 46 fiabe in cui si presentano ai bambini famiglie con genitori gay od addirittura con tre papà. Le raffigurazioni del piccolo uovo, covato da chiunque fuorché i naturali genitori, fanno il resto.

Ti piace ProVita?
Diventa Fan e segui la nostra pagina Facebook



L’aspetto più grave è constatare che tutto ciò è avvenuto per mera strumentalizzazione politica da parte della promotrice in quanto l’Assessore competente e le strutture annesse non erano state notiziate dell’iniziativa.

La cosa sarebbe cambiata ben poco in quanto, stando alle parole dello stesso Assessore Tiziana Agostini, «Non è assolutamente possibile che i materiali arrivino direttamente nelle mani di piccoli e piccolissimi senza una adeguata valutazione dei tecnici e del personale competente»: il punto di criticità, quindi, viene spostato sulla necessaria preparazione del corpo docente nel presentare il materiale GLBT e non sul fatto stesso che ciò possa avvenire.

Il personale deve essere addestrato, bene e con metodo, seguendo le indicazioni stilate dai programmi dell’UNAR –ricordiamo, con il patrocinio del Governo tramite il Sottosegretariato alle Pari Opportunità-. Solo una strategia di attacco scientificamente programmata può tentare di spezzare alla radice le naturali inclinazioni dei bambini. Ingenerando confusione, crisi d’identità, problemi esistenziali, si vuole imporre ai bambini l’attraversamento di un tunnel buio, senza punti di riferimento valoriali né comportamentali, sviluppo che porta –statistiche alla mano- ad un’altissima percentuale di suicidi.

I bambini hanno bisogno di riferimenti, chiari e solidi, non di ideologiche supposizioni. Hanno bisogno di sapere che vi è una famiglia e non dei labili vincoli, validi sino a quando sussiste la volontà dei adulti di proseguirne il rapporto.

In un contesto in cui siamo ormai ad un bollettino di guerra, in cui giornalmente si ricevono notizie in ordine a decine di comuni che decidono di abbassare la testa nei confronti dell’ideologia gender, amministrazioni locali che lasciano il passo al politicamente corretto, governi che si fanno parte attiva nella tiro al piccione contro la famiglia e la natalità, la consegna di libri gay destinati a bambini da 0 a 6 anni non desta quasi scalpore.

Dobbiamo porre invece l’accento anche su questi aspetti, non lasciamoci anestetizzare.

Redazione

 

Blu-Dental

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Sostieni Pro Vita

27 Commenti, RSS

  • Pingback/Trackback 08/02/2014 alle 16:55
    Anonimo
  • Francesco

    dice su:
    09/02/2014 alle 17:11

    Fate schifo,istigate tutti i bambini a diventare gay in futuro così,vergogna schifosi che non siete altro!

  • Tirone Giovanni

    dice su:
    09/02/2014 alle 21:18

    Sono un dirigente scolastico , leggendo la notizia sull’utilizzo di favole gay nella scuola materna di Venezia, mi sorge spontanea una domanda: come questo materiale “didattico” sia arrivato nelle mani degli insegnanti senza condivisione dei consigli di classe, d’istituto, del collegio docenti e del dirigente scolastico? Si gioca a far finta che argomenti extracurricolare come ed. Sessuale e altro vanno condivisi e autorizzati in primis dai genitori? Allora c’è sotto altro. Se volete sapere la mia opinione, dico chiaramente che osteggerei con tutte le mie forze iniziative di questo tipo, ciò potrà avvenire, purtroppo, nel tempo e in modo molto adeguato, oggi i bambini verrebbero a perdere le poche certezze e i pochi riferimenti che hanno ancora!

    • peppe

      dice su:
      10/02/2014 alle 20:12

      Caro dirigente ho profonda stima nei suoi riguardi. Ogni dirigente scolastico dovrebbe essere professionale come lei

  • Giorgio Rapanelli

    dice su:
    10/02/2014 alle 10:09

    L’obiettivo occultato dal progressismo è un attacco alla religione cattolica e cristiana in genere. Distruggere il cirpame religioso del passato era l’obiettivo del mago inglese Aleister Crowley, che aveva fondato la nuova religione di Thelema con un unico comandamento “Fai ciò che vuoi sarà tutta la legge”, e che “non esiste altro dio che l’Uomo”. Inconsciamente, oggi, in molti seguono questa religione fondata ad un ouomo sessualemnte attivo e passivo.
    Ogni forma usata dai nemici del Cristo è buona per fare uscire l’uomo dall’oscurantismo religioso verso la “luce”. Certe proposte provengono dalla Sinistra, e pure dal PD e Sel, ove militano anche i cattolici. Il dramma è questo: con una Gerarchia spaccata e ridotta ad accettare il “modernismo” quale orientamento possono avere i cattolici? Ormai siamo al punto di non poter giudicare più nulla, neanche ciò su cui si fonda sul Vangelo.

    • Capocasale Roberto

      dice su:
      07/02/2015 alle 20:13

      Bla bla bla bla complimenti , la chiesa il cattolicesimo ha fatto solo danni, un mondo senza religioni sarebbe un mondo più giusto privo di quei personaggi che predicando osteggiano potere verso classi più deboli, incarnando personaggi evanescenti .

      • FRP

        dice su:
        08/02/2015 alle 08:10

        La Chiesa cattolica e il cattolicesimo hanno fatto solo danni… senza Gesù Cristo torna la schiavitù (l’utero in affitto), senza Gesù Cristo torna l’eliminazione dei poveri dei deboli dei diversi (eutanasia nazista e aborto). Chi è che oggi vuole questo? La Chiesa?

  • Paolo Lazzè

    dice su:
    14/02/2014 alle 14:14

    La lettura dello sconcertante articolo mi induce a chiedere d Pro Vita di farsi promotrice di una petizone di censura rivolta al Comune di Venezia da estendere all’adesione di tutti coloro che lo desiderassero via web.

    Distinti saluti.

  • Laura Romanello

    dice su:
    18/02/2014 alle 18:28

    Adesso mi pare che stiamo esagerando,non ho nulla contro i gay ma mi pare che ci sia una bella differenza tra lla non discriminazione e l’induzione di bambini di pochi anni all’omosessualita’. Se vogliamo far passare per una cosa normale uns acosa che non lo è mi dispiace ma.nn ci sto.e se in quella scuola ci fosse stato mio figlio una.bella denuncia non l’avrebbe tolta nessuno

    • cosette

      dice su:
      22/10/2014 alle 21:25

      Be cara laura sono d’accordo con te

  • zoe giuliani

    dice su:
    19/02/2014 alle 13:34

    tutta questa manfrina sui diritti gay e la devastante teoria , anzi ideologia gender , fa parte di una volontò piu grande di cambiare il mondo, il terzo millennio sarà diverso ….dentro alla strana storia dei diritti x gli omosessuali e dico strana , xchè non serve fare tutta sta cagnara x farli acettare , c’è dell’altro …vogliono destabilzzare l’umanità con l’ideologia gender , risultato avranno cittaddini 7beoti senza radici da poter manipolare a piacimento!.. e se vi serve un altra prova eccola : per difendere i diritti dei gay etc è inoltre prevista una nuova educazione sessuale che verrà calata dal’alto in TUTTE le scuole del mondo laiche, private , cattoliche TUTTE….In Francia , in Croazia , in Svizzera è già arrivata e i genitori sono scandalizzati …sono scesi in piazza , hanno ritirato i figli da queste lezioni ,…ma..guarda un pò …, le lezioni sono obligatorie , i genitori che nn mandano a lezione i figli vengono multati e se ancora insistono c’è la galera ..ma perchè questi genitori si fiufutano ? perchè hanno intuito che sotto la facciata dell’educaz sessuale si cela ben altro , ossia una manopolizzazione e una sessualizzazione dei loro figli a partire dai 3 anni . Leggendo per bene il programma di educazione sessuale dell’ OMS , Organizazzione Mondiale per la Salute, ci si può accorgere come , in realtà , non si tratta di educaz sesuuale ne rieducazione sessuale , come qualcuno afferma , si tratta di una mera EDUCAZIONE AL PIACERE che parte da 0 anni in sù ed è è cosa ben diversa .
    Insegnare il piacere ai bambini piccoli , nell’età dell’imprinting , mi sembra da folli , quindi chi comincia a suggerire che sotto a tutto ciò ci sono in realtà dei pedofili ……sembra non avere torto.
    Judith Reisman , è stata una consulente dell FBI e del Parlamento e di diversi ministeri americani , ella si stà battendo con prove alla mano , dimostrando come molti esperti che hanno reddato il protocollo di educazione sessuale in croazia e che è del tutto simile a quello dellì OMS , frequentino ,scrivono libri , condividono il loro operato con sessuologi dichiaratamente pedofili . Vedi link “educazione sessuale ?Dietro c’è la lobby dei pedofili ”
    A noi persone normali, sembra assurdo ,impossibile , ma Esistono le Associazioni di pedofili sia in olanda che danimarca e belgio .
    Queste associazioni , cavalcando i diritti di opinione e il diritto alla parola , sono uscite allo scoperto dichiarando che un bambino ha diritto ad esprimere la sua sessualità anche con un adulto .
    A sostegno di quanto vanno a scrivere e dire , i pedofili portano gli studi di Kinsey (un insettologo che negli anni ’40 si propose come sessuologo e solo nel 95 si scoprì che era un maniaco , depravato e pedofilo ) il quale , per capire la sessuologia del bambino , si basò sulle testimonianze di vari pedofili e quindi scrisse che il bambino , se stimolato ,raggiunge l ‘orgasmo anche a 1 anno . IL pedofilo , con questa tesi in mano sostiene quindi che sia corretto fare sesso con i bambini , in quanto anche il bambino ha le stesse esigenze , a questo punto la pedofilia è solo un orientamento sessuale diverso da quello etero …niente di più….. In un convegno dei Radicali tenutosi a Bologna nel 1998 si sosteneva tutto ciò !!!!
    Conoscendo questi fatti , a cui noi umani non abbiamo normalmente accesso, possiamo ora capire quanti e quali siano gli aspetti subdoli di tale vademecum a firma OMS .
    Esso ad una prima lettura sembra insegnare e proteggere completamente il bambino e invece …… :
    Per es. , come mai , il protocollo oms , non ha previsto niente che dica ai bambini:
    ” cari bambini , tra le tante altre cose che vi stiamo insegnando sul sesso , c’è da precisare ( perchè è nel diritto del bambino saperlo ), che il sesso tra un adulto e un bambino non è corretto !”.
    Non se ne trova alcun accenno , eppure in tanti Stati Europei e non , il rapporto con un minore è reato !!!!…
    Ma come ?…Una così attenta e precisa guida al sesso , si è dimenticata questo particolare ? Ma come è possibile che 20/30 esperti non si sono minimamente preoccupati di precisarlo …?????…..allora sono dei mentecatti incapaci ?
    E noi dovremmo dare i nostri figli in mano a questi ? ?? ………..
    Oppure ,se non sono degli incapaci, si è forzatamente portati a pensare che hanno tralasciato di parlare dell’età minima in cui si puo avere un rapporto sessuale con un adulto , perchè :
    1)sanno già che tra poco faranno togliere di imperio questo reato ?…o
    2) perchè di questo reato , che si chiama pedofilia , a chi ha steso tal documento, non da nessun peso ? .
    Attenzione altra cosa subdola : ad un certo punto del vademecum , si insegna al bimbo da 0 anni in su che alle attenzioni di qualcuno ….si può può dire sì, si può dire no e cmq ,,,,,,,,, ci si deve fidare del proprio istinto (4 anni …magari davanti un adulto ?) o parlarne con qualcuno di fiducia
    inoltre gli verrà insegnato che ci sono persone che si fingono buone , si fingono gentili , ma possono essere violente ….. e se invece non sono violente e sono gentili si può fare ….?????
    Perché vedete il pedofilo doc , non è un violentatore…. assolutamente … !!!!
    Egli vuole avere un rapporto dolce con il minore …. cercate nelle dichiarazioni scritte di Mario Mieli , Aldo Busi ,Daniel Cohn Bendit , o cosa scrivono i pedofili nei loro siti internet ufficiali……. non sono dei violentatori , cercano un rapporto di sesso ,carezze e dolcezza con i bambini …quindi vedete che la raccomandazione di stare all’erta con le persone false non è quella che ti difende dal pedofilo , ti difende solo dalla violenza !
    Noi , comuni mortali, crediamo che i pedofili si nascondino …, siano violenti …..invece molti di loro si dichiarano apertamente pedofili e dicono di amare i bambini loro non gli farebbero mai del male darebbero loro solo il sesso di cui hanno bisogno…che teneri !!!!!! ….. Purtroppo questo si può leggere serenamente (?) nei loro siti internet .
    in uno di questi, in Danimarca ,x es , si dice che il bambino ha diritto ad avere il suo piacere sessuale , ad avere accesso al sesso anche con un adulto , che il materiale pornografico con bambini è una cosa bella e giusta e via di questo passo …..
    A questo punto rileggetevi bene con che enfasi laica (sic ) l’oms parla al bambino del piacere e poi forse riuscirete a capire quello che ora vi sembra fantascienza …sentirete come questo documento suoni suona la stessa musica che piace al pedofilo .
    Per capire bene cosa c’è scritto nel documento oms , bisogna conoscere bene il mondo dei pedofili …, mondo che ai piu, a noi esseri normali, è sconosciuto ……poi non crederemo più alla buona fede dell’oms e capiremo che non è educazione sessuale , ma educazione al piacere …due cose ,molto diverse, che portano a risultati molto diversi !

  • Giovanni

    dice su:
    20/02/2014 alle 10:31

    Ma la fonte? Qua tutti commentano notizie senza fonte.. bah.

  • Pingback/Trackback 20/03/2014 alle 09:53
    agerecontra 2014
  • Giovanni Mirri

    dice su:
    31/07/2014 alle 14:38

    E’ chiaro che è una bufala.

    E chi commenta o partecipa alla burla o scemo.

    • Marika Poletti

      dice su:
      31/07/2014 alle 14:49

      Purtroppo, Giovanni, non solo la notizia non è una “bufala” ma è pure stata esempio per altre scuole -oltre che far cronaca-

  • owlofspade

    dice su:
    20/10/2014 alle 17:24

    Il prossimo passo sará portare ai bambini il satanismo e insegnargli il paganesimo! Dove finiremo?
    http://i.huffpost.com/gen/2076824/thumbs/o-SATANIC-COLORING-BOOK-1-570.jpg?6

  • franco pelta

    dice su:
    23/10/2014 alle 11:39

    Ma l’immagine del post è presente in questo “Grande e grosso libro delle famiglie”?
    Siete sicuri? a Che pagina per l’esattezza?

    • FRP

      dice su:
      23/10/2014 alle 13:45

      L’immagine del post non è nel libro. Ciò che sta nel libro è descritto nell’articolo

  • Fabio Bergamo

    dice su:
    23/10/2014 alle 14:38

    Mi occupo di sicurezza stradale e sono noto a tutti in ITALIA. ecco il mio sito http://www.fabiobergamo.it Dico solo che è una cosa demoniaca. il mondo finirà come sodoma e gomorra. i bambini vanno lasciati stare e crescere spontaneamente come natura vuole. i bambini sanno cosa vuole la natura…. l’uomo e la donna sono fatti per accoppiarsi. lo sanno anche se li mettete in una foresta senza alcuna educazione particolare o generale. chi sta facendo tutto questo vuole la distruzione della famiglia e della società. dopo il divorzio è arrivato l’aborto e ora questo. Le tenebre non passeranno. Dio li punirà tutti attraverso la collera dei giusti. http://www.fabiobergamo.it

  • enzo

    dice su:
    27/10/2014 alle 15:11

    Dopo le coppie di fatto, i matrimoni gay, le adozioni per le coppie omosessuali, adesso anche il “gay è bello e diventa modello”. Ma dove vogliono arrivare? A costo di essere classificati come ultraconservatori, di essere definiti beceri tradizionalisti e di apparire retrogradi, bigotti o razzisti è ora di dire ‪#‎bastaaquestopoliticamentecorretto‬.

  • Anonimo

    dice su:
    23/02/2015 alle 16:16

    Da omosessuale posso solo dire “che schifo”; io ho avuto un infanzia normale, con favole con principe e principessa e vivo al momento lo stesso la mia sessualità in modo positivo. Io non penso che si debbano cambiare le favole, ma solo la mentalità stupida all’italiana che abbiamo.

  • susy susy

    dice su:
    10/06/2015 alle 09:32

    Che assurdità !!!!cambiare le favole e introdurle nella scuola,senza nessun consenso!!!!!!

  • Debora Russo

    dice su:
    11/06/2015 alle 09:20

    Io sinceramente non mi interessano gli omosessuali ecc… certo non mi fanno piacere ,io personalmente vedo che è una cosa insensata ,ma chi sono io per giudicare ,possono fare quello che voglio .Ma su una cosa vado molto contraria ,il fatto che queste persone vogliano “creare” famiglia ;io lo vieterei assolutamente . Distruggere certi valori per puro piacere personale ,prima di tutto è mancanza di rispetto per la maggioranza che non lo accetta e mancanza di rispetto nei bambini stessi ,loro sono ingenui ,liberi di ogni preoccupazione, l’unico loro interesse è giocare .Chi vuole imporre questo ai bambini non tiene conto dei loro sentimenti e delle loro priorità.Chi vuole farsi una proprio giustizia ,deve farlo senza mettere nessuno in mezzo ,specialmente dei bambini.
    Hanno diritto di avere solidi riferimenti ( mamma e papà) ,avere quelle tradizioni o quei bisogni che ti possono dare un genitore femmina e l’altro genitore maschio. Tralasciando fede e chiesa ,dove non tutti aderiscono

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati