Attendere prego

Home Page > ProVita ha bisogno di te!
ProVita_support_bisogno_aiuto_attività

Le numerose attività organizzate da ProVita, in prima linea per la difesa della vita e della famiglia naturale, hanno risonanza a livello nazionale:

  • abbiamo inviato un “regalo di Natale” ai bambini dell’asilo di Marmarita, in Siria, gestito dalle Suore del Perpetuo Soccorso. E’ frequentato da bambini sfollati, provenienti dalle zone più devastate del paese, quasi tutti rimasti solo con la madre e i fratelli, alcuni orfani di entrambi i genitori.
  • abbiamo partecipato al convegno internazionaleLe chiavi dell’educazione, per i valori”, su invito di  “In the Name of the Family“, a Zagabria, dove abbiamo spiegato come agisce la propaganda dell’ideologia gender in Italia;
  • abbiamo organizzato con tre donne, Senatrici della Repubblica, di schieramenti diversi e contrapposti, una conferenza stampa di denuncia della mancata osservanza della legge penale da parte delle Autorità che – sostanzialmente – permettono l’utero in affitto e la sua propaganda qui in Italia;
  • abbiamo prodotto un documentario, in DVD, “Breeders, donne di seconda categoria“, con testimonianze inedite sull’ignobile mercimonio di donne e bambini che si concretizza con la pratica dell’utero in affitto;
  • abbiamo presentato una petizione per chiedere alle Autorità  di applicare la legge vigente (art.12, comma 6, l.40/2016) che punisce l’ignobile pratica dell’utero in affitto;
  • abbiamo realizzato una campagna di sensibilizzazione a mezzo stampa, su diversi quotidiani nazionali, contro la pratica dell’utero in affitto;
  • siamo intervenuti presso la Commissione cultura della Camera dei Deputati per fermare i disegni di legge che intendono introdurre l’ “educazione di genere” a scuola;
  • abbiamo denunciato l’azione di promozione dell’utero in affitto da parte di una clinica americana al Tribunale di Roma.
  • abbiamo contribuito alla pubblicazione dell’ Indice Globale Indipendente sulla Famiglia;
  • abbiamo sostenuto bambini e famiglie in difficoltà a causa di malattie congenite o di calamità esterne, ad esempio: i coniugi d’Ogny che hanno due figli idrocefali e affetti da paralisi, affinché grazie alle cure di una clinica specializzata possano incominciare a camminare; una mamma incinta, E.C., aiutandola ad evitare l’aborto e a trovare un bravo ginecologo che ha curato il papilloma virus che le era stato diagnosticato, senza che il bambino corresse alcun pericolo;
  • sosteniamo la ricerca dell‘Università di Bologna sulla Trisomia 21;
  • abbiamo offerto pieno sotegno mediatico e legale ai sindaci che solleveranno obiezione di coscienza alla celebrazione delle unioni civili;
  • abbiamo promosso una campagna per i “candidati per la famiglia”, incoraggiando iBollino_provita_patto_famiglia_candidati candidati sindaci e consiglieri alle amministrative di giugno 2016 a firmare il “Patto per la famiglia naturale” (presentato anche al Senato), e così impegnarsi concretamente in favore della vita e della famiglia a livello comunale;
  • siamo stati relatori al Congresso Mondiale delle Famiglie che si è svolto a Tbilisi in Georgia (maggio 2016), evento che ha avuto una rilevanza straordinaria sia dal punto di vista mediatico che politico;
  • abbiamo sollevato alla Camera dei deputati la questione dell’obiezione di coscienza dei sindaci che si rifiutano a celebrare i simil-matrimoni gay istituiti dalla legge sulle unioni civili, e abbiamo raccolto in tutta Italia le relative richieste dei sindaci;
  • siamo stati auditi in Commissione Giustizia della Camera dei deputati, dove abbiamo esposto tutti gli errori e le incongruenze del disegno di legge sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso;
  • siamo stati presenti in trasmissioni televisive (Rai 3, Sky TG, ecc.) e in decine di programmi radiofonici per dibattere i temi riguardanti la vita e la famiglia;
  • abbiamo promosso una forte campagna di informazioni e di sensibilizzazione sul tema delle unioni civili, in particolare producendo due video che hanno ottenuto centinaia di migliaia di visualizzazioni, e con annunci sui giornali e camion vela;
  • abbiamo portato al Senato la tragica testimonianza di Elisa Gomez, madre surrogata: l’iniziativa ha avuto ampia risonanza sulla stampa ed è servita a sensibilizzare molti sull’aberrazione dell’utero in affitto e della stepchild adoption;
  • abbiamo partecipato attivamente all’organizzazione dei due grandi “Family Day” (20 giugno 2015 e 30 gennaio 2016), e il Presidente di ProVita, Toni Brandi, è membro fondatore del Comitato “Difendiamo i Nostri Figli”, promotore dei Family Day;
  • abbiamo denunciato alla Procura di Milano – attraverso una attività di registrazione sotto copertura -, nell’ottobre del 2015, alcuni personaggi che organizzavano in pieno centro di Milano la vendita di bambini (tramite utero in affitto all’estero);
  • abbiamo dato il via a una serie di mozioni anti-gender adottate dai Consigli Regionali di diverse Regioni: la prima è stata la Regione Basilicata che ha approvato la mozione “anti-gender” grazie alla consulenza e al sostegno della nostra ProVita Onlus.

(Vai alla lista completa delle campagne di ProVita cliccando qui)

  • Inoltre ProVita è presente in tutta Italia, organizzando e patrocinando decine di conferenze su temi come l’aborto, la famiglia naturale, l’utero in affitto, la teoria gender, la fecondazione artificiale; cineforum e altro ancora.

Naturalmente tutto questo implica delle spese considerevoli (senza contare la pubblicazione della rivista mensile “Notizie ProVita” e la manutenzione del sito – costantemente sotto attacco di hacker).

Per questo abbiamo veramente bisogno del tuo aiuto!

Aiutaci a sostenere le spese per agire 

a difesa della vita, della famiglia, dei bambini!

banner_dona_ora

Sostieni ProVita Onlus!

ProVita, oltre a “parlare”,  AGISCE!

Se vuoi cambiare davvero le cose, SOSTIENICI!

non perdere l’occasione per abbonarti alla nostra rivista “Notizie ProVita”!