Attendere prego

Home Page > Rivista > Giugno 2013



Ottobre 2012: il Presidente Obama dichiara che le «decisioni sull’aborto non spettano agli uomini». Sentiamo dire spesso che l’aborto è una questione privata fra la donna ed il suo medico perché riguarda solamente il suo corpo.

Non a caso nella legge 194 non si parla dell’uomo, del padre. Una recente ricerca dell’ANCIC francese (Associazione dei centri di Ivg e contraccezione) dichiara che si devono responsabilizzare gli uomini riguardo alla IVG poiché, secondo il sondaggio, la decisione di interrompere volontariamente una gravidanza, in 8 casi su 10, viene presa dalla coppia, ma poi solo il 20% delle donne si presenta alla clinica accompagnata dal partner.

Gli uomini non possono certo prendere una scelta che riguarda corpi altrui, afferma l’Associazione, ma almeno assumersi la loro parte di responsabilità. L’intento non è “espropriare” la donna della decisione che riguarda il suo corpo, specifica l’Ancic, ma condividere le conseguenze di quella scelta.

Sei un ProVita?
Seguici su Twitter




Leggi il numero completo

"Dai voce a chi non può parlare"


ABBONATI ALLA RIVISTA
  • Contributo Studenti e disoccupati 20,00 euro
  • Contributo Ordinario 30,00 euro
  • Contributo Sostenitore 60,00 euro
  • Contributo Benefattore 100,00 euro
  • Contributo Patrocinatore 250,00 euro

    (11 numeri all’anno)