Attendere prego

Home Page > Famiglia e Economia > DDL Scalfarotto sull’omofobia: è così necessario?
ddl

Abbiamo già parlato in altri nostri articoli del ddl Scalfarotto circa le “Disposizioni in materia di contrasto all’ omofobia e alla transfobia.

Si tratta, nello specifico, di un disegno di legge che si propone come scopo principale quello di criminalizzare le opinioni personali su omo e transessualità e che chiama “istigazione all’odio” il puro ed asettico cogliere determinate differenze (senza, per questo, fare del male a qualcuno, anzi, conservando sempre il rispetto umano dovuto a tutti).

Da ultimo, non certo per importanza, il ddl in questione ha l’obiettivo di proclamare la fine della famiglia tradizionale, ritenendo delittuoso l’affermare la superiorità delle prerogative di un orientamento sessuale rispetto agli altri (per cui non avrebbe più senso affidare bambini solo a coppie eterosessuali perchè anche coppie di omosessuali potrebbero fare da genitori e, quindi, adottare liberamente e legalmente).

Ebbene, ora pare che l’attuazione del sopracitato ddl, da molti invocata come una vera e propria emergenza, non sia ritenuta poi così urgente… ma questo non lo dice un omofobo qualunque, bensì gli stessi dati statistici (ci sarebbe da chiedersi se qualcuno sarebbe capace di dare degli “omofobi” anche a dei dati inanimati).

L’Occidentale, infatti, racconta, in un suo articolo, che un «autorevole giornalone» avrebbe dedicato l’apertura ed un’intera pagina alla necessità di una legge contro l’omofobia, in quanto «ogni giorno ci troviamo di fronte a casi di ragazzi e ragazze che hanno difficoltà a raccontare sé stessi. Hanno il diritto di crescere in serenità ma questo Paese non glielo permette. Anzi, gli episodi di omofobia in questi anni sono persino aumentati».

Forse il desiderio di attuare questo ddl è così forte in alcuni da far leggere loro la verità al contrario! Perchè si dà il caso che le statistiche dell’OSCAD (che di seguito riportiamo) affermano tutt’altro e precisamente che i casi di “omo/transfobia” registrati quest’anno siano notevolmente ridotti rispetto a quelli del 2016!

Ancora una volta la pura verità si trova a smontare gli artifizi di chi, con un ddl profondamente liberticida, vuole portare avanti la sua battaglia contro la famiglia naturale e, molto più semplicemente, contro una libertà di opinione sempre rispettosa dell’altro.

ddl

Luca Scalise


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

Sostieni Pro Vita

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

Un Commento, RSS

  • Franco Sapone

    dice su:
    23/11/2017 alle 19:49

    Discriminare un essere umano è una vergogna, eppure molto spesso i comunisti o i fascisti o le femministe e i radicali discriminano noi cristiani, per la fede. I musulmani i testi monidigeova e gli ebrei ci odiano o ci disprezzano, perfino omosessuali LGBT ci odiano per le nostre fedeltà alle sacre scritture. Dopo 40 anni di aborti e e cultura e normative abortiste, siamo testimoni di una strage degli innocenti immensa, di immense sofgerenze tra le donne. Io stesso tanti anni fa vidi questa sofferenza in una mia conoscente, una bella ragazza che da giovane aveva abortito e si trovava nel dolore esoffriva psicologicamente. Pur essendo una persona matura si porta ancora questo dolore che le ha impedito di farsi una famiglia .

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati