Attendere prego

Home Page > Famiglia e Economia > Famiglia extra large… e felice!
famiglia_large_America_maschi

Nel Michigan (Stati Uniti) c’è una famiglia che ha fatto parlare di sé: gli Schwandts, che in totale contano ben 32 piedi sotto il tavolo. Oltre ai due genitori, infatti, ci sono 14 figli… e tutti maschi! Seppure, infatti, abbiano per anni sperato di veder nascere una bambina, i due coniugi non sono (ancora) stati accontentati.

Jay e Kateri si sono sposati giovani. Lei proveniva da una famiglia numerosa, lui no: di certo non pensavano di diventare, un giorno, una famiglia extra large. Eppure le cose sono andate così, senza troppi pensieri e preoccupazioni, e in vent’anni i parti i sono moltiplicati.

Naturalmente, questo comporta una buona dose di fatica e molta, molta organizzazione, ma gli Schwandts dichiarano che non manca loro nulla e che, tra tutti, si cerca sempre di aiutarsi a vicenda. Ovviamente tenendo conto del fatto che ognuno ha la sua personalità e i suoi bisogni, ma anche insegnando ai grandi a prendersi cura dei più piccoli.

A tenere unita questa grande famiglia c’è un dato fondamentale: la fede. Una fede vissuta quotidianamente e con la partecipazione alla Santa Messa domenicale, nonché grazie alla frequentazione di scuole cattoliche. Non ci sono obblighi, a vincere è l’esempio di mamma e papà che, nonostante tutto, sono anche impegnati lei come catechista e lui come adoratore.

Un ultimo dato sorprende, di questa famiglia: l’attenzione che i due coniugi pongono sul rapporto di coppia… con piccoli dettagli, che vanno da una corta passeggiata assieme a dieci minuti trascorsi seduti vicini, ma che non devono venire mai meno. «Il matrimonio», afferma la moglie Kateria a Religion En Libertad, «come ogni altra cosa, si evolve. Poiché i professionisti devono avere una formazione continua, devi nutrire costantemente il tuo matrimonio». Insomma: non importa quanti siano, ma il matrimonio viene prima dei figli perché è proprio da questo amore che essi possono trarre la linfa vitale per crescere ed è solo nel dialogo tra genitori che si può impostare in maniera coerente l’educazione della prole.

Teresa Moro

Fonte, anche per la fotoReligion En Libertad

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati