Attendere prego

Home Page > Famiglia e Economia > I bambini hanno bisogno di un padre e una madre: il caso Ricci
famiglia_gender

Il dott. Giancarlo Ricci è un illustre ed esperto psicologo che ha detto che i bambini hanno bisogno di un padre e una madre.

Un’affermazione ovvia, un dato della realtà quasi banale, che di questi tempi  – come tutte le cose reali – non è gradito al Grande Fratello e  all’ideologia dominante i media e i salotti radical chic.

Il dott. Giancarlo Ricci

Il dott. Giancarlo Ricci

Sicché, l’aver detto ciò che è naturalmente bene per i bambini ha reso il dottor Ricci una vittima illustre della Gaystapo. Ne abbiamo accennato qui, spiegando cosa si intende per omofobia, e qui , parlando della denuncia sporta da più di 60 psicologi americani stanchi di subire, anche lì oltreoceano, le vessazioni della psico-polizia orwelliana.

L’avvocato Simone Pillon, che rappresenta Ricci nel procedimento disciplinare intentatogli davanti all’Ordine (in odio ai bambini), in un comunicato stampa annuncia che il procedimento è stato differito al 6 luglio.

L’Ordine degli Psicologi della Lombardia ha infatti constatato «gli insanabili vizi procedurali che affliggevano la precedente convocazione» denunciati dal collegio difensivo di Ricci (e dei bambini), il quale è comunque pronto a dimostrare «la più assoluta liceità scientifica e deontologica del pensiero del dott. Ricci, accusato tra l’altro di aver affermato che “la funzione di padre e di madre è essenziale e costitutiva del percorso di crescita” e di aver osato prendere pubblicamente posizione contro l’ideologia gender. Il collegio difensivo manifesta la propria preoccupazione per quanto sta accadendo e auspica che non sia consentito ad alcuno di impiegare lo strumento disciplinare per discriminare e colpire chi abbia posizioni differenti sotto il profilo scientifico, ideologico, personale o politico».

Intanto, il comunicato ci informa che è possibile seguire la vicenda ed esternare la propria solidarietà al dott. Ricci (nel primario interesse dei bambini) sul blog  dedicato www.iostocongiancarloricci.it , dove è anche possibile firmare una petizione al Ministro della salute per la tutela della libertà di pensiero, di espressione e di scienza.

E’ certamente importante la libertà. Un diritto fondamentale che deve essere riconosciuto e garantito in modo sostanziale dalla legge. Ma – lo ripetiamo e lo sottolineiamo ancora una volta – è bene ricordare che dietro la sacrosanta libertà del dottor Ricci c’è in gioco il bene dei nostri bambini, il futuro della nostra società.

Soprattutto in un paese dove i giudici continuano a mentire , sapendo di mentire, quando riconoscono i “figli di due madri”: la Cassazione ha ammesso da ultimo l’iscrizione all’anagrafe di Venezia di un bambino come se fosse figlio di due donne, cittadine italiane coniugate all’estero, una delle quali aveva partorito a Londra il piccolo nato con fecondazione eterologa. Nato quindi da una madre e un padre sconosciuto. Due donne, per quanto si sforzino non possono essere due madri: di mamma ce n’è una sola.

Redazione

 


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

3 Commenti, RSS

  • Mario ProVita

    dice su:
    16/06/2017 alle 15:05

    La famiglia composta da una madre ed un padre, con i loro figli, è l’unica e vera famiglia. In tal contesto, l’uomo e la donna riescono rispettivamente a svolgere il loro ruolo naturale ed insegnare ai loro figli chi è un uomo e chi è una donna, nell’ambito generale (non tutti i casi, anche perché non sono utili per i bambini)… specialmente la loro complementarietà!

    I piani dei politici, delle organizzazioni criminali, delle lobby e di tutte le altre persone coinvolte in questi continui attacchi verso la famiglia, sono impossibili da realizzare: la verità parla più a lungo delle bugie… e a nessuno piace vivere nelle bugie. Nemmeno i stessi responsabili di questo comunismo sessuale.

    Non mi sorprenderà vedere questi politici improvvisamente ostili verso tali piani comunisti, quando si accorgeranno che pure loro ci perderanno in tutto questo.

  • andrea ff

    dice su:
    20/06/2017 alle 09:18

    La famiglia composta da una madre ed un padre, con i loro figli, è l’unica e vera famiglia.
    e i bambini piangono se vengono portati via ai loro genitori e finirà per traumatizzali moltissimo
    nessuno importa della felicità dei bambini ?

  • Antonietta Cattarossi

    dice su:
    20/06/2017 alle 17:58

    Una mamma e un papa’: la gioia e felicita’ ed equilibrio di tutti i bambini. Non ci sono giocattoli, non ci sono ricchezze che fanno felice un bambino come stare tra due genitori che si amano e che lo amano, tutto il resto e’ nulla, e’ egoismo ed immaturita’ di una persona quello di voler mettere al mondo un bambino senza uno dei genitori.Quando sara’grande chi sa dirmi di quanti psichiatri avra’ bisogno?

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati