Attendere prego

Home Page > Famiglia e Economia > Iap, non offensivi i manifesti anti utero in affitto. Pro Vita e Gen. famiglia: «Ha vinto la verità»
Pro-Vita_utero-in-affitto_due-uomini

COMUNICATO STAMPA

 Giurì Iap, giudicati non offensivi i manifesti anti-utero in affitto
Pro Vita e Generazione famiglia:
«Ha vinto la verità. Ora la Raggi si scusi con noi»

 

«Ha vinto la verità, i nostri manifesti “Due uomini non fanno una madre #stoputeroinaffitto” non offendono nessuno; è la maternità surrogata piuttosto a essere “contraria all’ordine pubblico” come ha ben ribadito da poco il Procuratore Generale della Cassazione e a rappresentare una “violenza contro le donne” come ha stabilito il Parlamento»: è la dichiarazione soddisfatta del presidente di Pro Vita Antonio Brandi, e di quello di Generazione Famiglia Jacopo Coghe, dopo che il presidente del Gran Giurì dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria ha accertato che la campagna delle due associazioni – tra le promotrici del Family Day – non viola il suo codice.

«Ora Virginia Raggi ci chieda scusa e si renda conto che sono lei e le sue trascrizioni a non essere più ammissibili. I diritti civili non possono basarsi sul calpestamento dei diritti dei più deboli» hanno aggiunto i due presidenti.

«È una bella lezione alla dittatura del politicamente corretto e alla nuova “Inquisizione buonista”», hanno concluso Brandi e Coghe, «che dietro falsi slogan che inneggiano all’amore, vogliono privare un bambino della sua mamma o del suo papà. Noi continueremo a difendere il diritto dei più piccoli a non essere comprati al mercato degli uteri».

Ufficio Stampa di Pro Vita Onlus e Generazione Famiglia

Ufficio Stampa Pro Vita Onlus
Tel: +39 3929042395
Mail: ufficiostampa@provitaonlus.org
@ProVita_Tweet
Sito: www.notizieprovita.it

Ufficio Stampa Generazione Famiglia
Tel: +39 3929042395
Mail: press@generazionefamiglia.it
@ManifPourTousIt
Sito: www.generazionefamiglia.it

La voce del buon senso

 

 

Rassegna Stampa

Tra i media che ne hanno parlato, La Verità, Il Giornale, In Terris, Stilum Curiae, La Voce del Trentino, ANSA, Agenzia Nova, AgenParl, Generazione Famiglia, Agenzia Nova – 2, Agenzia Nova – 3, Barbadillo, Agenzia Stampa Italia, Quotidiano Sociale

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 4,67 out of 5)
Loading...

14 Commenti, RSS

  • Angelo Mandelli

    dice su:
    04/12/2018 alle 21:48

    Ottimo. Ma adesso la Raggi deve dimettersi !!!

  • Ioja Chelli

    dice su:
    04/12/2018 alle 22:53

    Grazie a Dio.

  • Paolo Marcotulli

    dice su:
    05/12/2018 alle 22:48

    non saranno offensivi ma sono scorretti…..
    giacche’ due padri, due madri, sono realta’ che andrebbero incentivate….
    La maternita’ surrogata e’ la salvezza per quanti vorrebbero figli e non possono averli o non riescono ad adottarli…………e riguarda soprattutto gli etero.

    Nel “£ProVita” vedoi solo cattiveria e gratuiti pregiudizi”…….

    • Redazione

      dice su:
      06/12/2018 alle 06:35

      Non è cattiveria schiavizzzare le donne e comprae i bambini? Non è cattiveria negare al bambino un padre e una madre? Non è cattiveria separare il bambino dalla donna che l’ha tenuto in grembo e partorito? Ma lo sa che gli psichiatri (onesti) mettono in guardia da queste pratiche barbare e criminali che fanno molto male dal punto di vista fisico e psichicoai piccoli coinvolti? Dia una letta qui https://www.notizieprovita.it/economia-e-vita/utero-in-affitto-i-consigli-di-una-psichiatra-ai-committenti/ (e risalga alle fonti linkate, se vuole).

      Chi si accopppia con una persona dello stesso sesso non può pretendere di avere un figlio, perché è contro – natura.
      Le coppie etero sterili (davvero sterili…. non i vecchi, né le donne che vogliono mantenere la linea…) si rassegnino all’adozione e ad altre forme di genitrialità spirituale (se davvero desiderano un figlio per amore e non per egoismo)

  • Sonia Grieco

    dice su:
    06/12/2018 alle 20:35

    Che bella notizia oggi! Mi ha risollevato molto, speriamo che sempre più persone abbiano i coraggio di schierarsi a favore della verità, perché i bambini sono SOGGETTI e non oggetti da collezione .

  • ANNA GUERRA

    dice su:
    07/12/2018 alle 09:41

    GRANDI SIETE – ORA RIMETTETE I MANIFESTI CENSURATI

  • Dino Monciatti

    dice su:
    07/12/2018 alle 10:29

    Il manifesto sul tema lo ritengo “cosa buona e giusta”. Lo avrei preferito nelle forme meno mirato allo shock, perché non credo al moderno assunto piu estremizzo più mi notano, anzi convinto che così facendo si perda, nel tempo, proprio l’attenzione delle persone migliori. La redazione ha giustamente sottolineato il centro del problema: ciò che è naturale e ciò che invece non lo è. Per il resto, giudicare un atto di egoismo il decidere di far nascere un essere umano senza un padre o senza una madre a prescindere è a dir poco un eufemismo…a mio modo di vedere non può non essere invece un grave reato, e con l’aggravante dei futili motivi e della indegnità morale

  • Alfio Privitera

    dice su:
    07/12/2018 alle 12:48

    Giustissima decisione dei Giudici!! Avanti così contro la deriva morale che siamo costretti a subire..!!

  • PIER DE HATFIELD

    dice su:
    07/12/2018 alle 18:34

    Leggendo la lettera del Sig. Marcotulli e pensando alla perversa diabolicità dell’utero in affitto, mi è venuto in mente quando Lenin parlava di “utili idioti” per la sua rivoluzione.

  • Anna Caroppo

    dice su:
    07/12/2018 alle 20:52

    È ridicolo dover darsi da fare a dimostrare o a difendere quello che è naturale e razionale. Ma non vediamo che è impossibile che due dello stesso sesso possano procreare? Se la natura è questa, di conseguenza un bambino deve nascere da un padre e da una madre, cioè da due persone di sesso diverso. Questo la natura ha stabilito e tutto ciò che va contro natura è un’offesa alla verità ed è disordine fisico, morale e spirituale! Non ci sarebbe bisogno di dimostrarlo: è lampante! Che i nostri occhi si aprono finalmente alla verità!

  • ignazio lagona

    dice su:
    08/12/2018 alle 15:41

    complimenti ad antonio brandi ed all’associazione provita.
    approvo.
    nessuna adozione per i grey ne per le lesboc.
    niente utero in affitto ne compravendita di bimbi.
    SOLO MAMMA E PAPA’.
    famiglia naturale e sacra.
    i bambini con essi soffrono e crescono storpi di mente.
    basta con la frociocrazia.
    la raggi deve dimettersi.

  • Anna Divan

    dice su:
    09/12/2018 alle 23:36

    Quale salvezza caro Paolo. Non confondiamo la salvezza con l’egoismo. Comprare figli è puro egoismo. E’ soddisfare un desiderio personale e quindi al primo posto c’è l’adulto che a tutti i costi vuole un bambino. I figli non sono un diritto ma un dono. Sicuramente c’è una sofferenza enorme in un coppia etero che non può avere figli ma credo che la vera salvezza sia accettare la realtà per quella che è. La vita ci insegna che non tutti i nostri desideri si possono realizzare soprattutto non si possono comprare o regalare esseri umani proprio perchè sono esseri umani e non animali o cose. Dici due padri o due madri sono realtà e allora? Anche gli omicidi sono realtà e quindi incentiviamo gli omicidi o i furti?

  • Marco Badii

    dice su:
    10/12/2018 alle 09:51

    Soddisfatto certamente da questa notizia.Ben venga qualunque passo avanti nella difesa della dignità umana contro lo sfacelo e lo schifo delle pretese lgbt.
    Un unico cruccio. Probabilmente è passata perché è stata posta furbescamente in maniera femminista (femminismo che io aborro e che è causa di tante altri sfaceli,spesso a danno anche delle stesse donne). E, si sa, oggi basta essere femministi, basta mettere le donne prima (altro che parità) degli uomini e va bene tutto.
    Per chiarirmi: provate a fare anche il corrispettivo (e identico in quanto a messaggio) volantino “due donne non fanno un padre” e poi vediamo se ve lo accettano! Ma questo probabilmente lo sapevate già….
    Al signor Marcotulli invece non rispondo nemmeno: chi come lui sostiene che genitori omosessuali sono da incentivare dovrebbe essere condannato allo stesso modo di chi maltratta i bambini, perché è per i bambini altrettanto dannoso.

    • Redazione

      dice su:
      12/12/2018 alle 23:10

      I manifesti sono stati fatti in tre versioni: due uomini non fanno una madre, due donne non fanno un padre e “Potremo ancora dire mamma e papà” (con una coppia etero di acquirenti e tutti gli altri adulti coinvolti nella produzione e vendita del bambino)

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati