Attendere prego

Home Page > Famiglia e Economia > WCF Verona XIII, gli organizzatori: «Ricevuta la diffida ad utilizzare il logo. Cambio in corso»
WCF_ World-Congress-of-Families_Congresso_Mondiale_famiglie_Verona

COMUNICATO STAMPA

WCF Verona XIII, gli organizzatori:
«Ricevuta la diffida ad utilizzare il logo. Cambio in corso»

 

Roma, 22 marzo 2019

«Abbiamo ricevuto la diffida ad utilizzare il marchio di Palazzo Chigi proprio ora. Il cambio del logo è in corso e in più siamo orgogliosi di annunciare il Patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia»: hanno dichiarato Antonio Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vicepresidente del XIII Congresso Mondiale delle Famiglie che si terrà a Verona dal 29 al 31 marzo 2019.

Ufficio Stampa del Congresso Mondiale delle Famiglie

Sito: https://www.wcfverona.org/it/

Facebook: https://www.facebook.com/WCF13Verona/

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

4 Commenti, RSS

  • Angelo Mandelli

    dice su:
    22/03/2019 alle 23:37

    Se organizzavate un gay pride di problemi non ne avevate!

  • Lara Gallina

    dice su:
    23/03/2019 alle 22:13

    Orgogliosa di essere friulana per il patrocinio del Friuli Venezia Giulia al Congresso. Orgoglio che era decisamente decaduto quando La Quiete di Udine aveva dato l’ok per la soppressione di Eluana Englaro. Spero che questo sostegno al valore della famiglia e della vita riveli un cambio di rotta. In bocca al lupo a tutti gli organizzatori e sostenitori del congresso. Vi affianco con l’affetto e con la preghiera costante.

  • ELISA ANGELINI

    dice su:
    26/03/2019 alle 10:57

    Sono felice che vi stiano smontando pezzo dopo pezzo e che pian piano chi vi ha dato i vari patrocini si renda conto della follia del vostro evento e ve lo tolga (come d’altro canto stanno già facendo).
    Confido nella lucidità delle istituzioni dato che è evidente che a voi manca completamente … il che non è nemmeno così male se le persone che intendete reprimere e limitare appartengono alla vostra organizzazione e sono felici di vivere oppresse. Il problema è quando la vostra oppressione volete applicarla ad altri che non accettano la vostra soggettiva visione delle cose.

    • Redazione

      dice su:
      27/03/2019 alle 06:07

      Purtroppo per lei non ci hanno smontato per niente. I patrocini sono stati dati, con la giusta intestazione. Hanno detto un sacco di balle e di calunnio a cui lei crede – come un baccalà-

      Contenta di fare il baccalà? Buon per lei. Continui a pensare quel che vuole di noi e di tutto (non abbiamo mai preteso di opprimere o di togliere la libertà di parola e di pensiero a nessuno, a differenza di quelli come lei)

      Stia serena. La vita è bella.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati