Attendere prego

Home Page > Eventi > Eutanasia travestita da DAT: cambia il nome, non la sostanza
04 03, 2017
18:00
Santuario San Francesco di Paola, Via S. Francesco di Paola, 87027 Paola CS
eutanasia_Paola_Brandi_morandini _head-min

Il dibattito sull’eutanasia, che – travestita da DAT – è stato calendarizzato alla Camera per il prossimo 13 marzo. Sui media di regime abbiamo solo propaganda becera, come nel caso della ignobile strumentalizzazione del dolore e della disperazione di DJ Fabo.

È invece importante che l’opinione pubblica conosca i reali termini della questione. Per questo ProVita Onlus organizza e partecipa a conferenze e dibattiti in tutta Italia. Per formare e informare i cittadini su questa che è davvero una questione di vita o di morte.

Francesca Romana Poleggi, direttore editoriale ha sostituito – per un impedimento del il Presidente Toni Brandi, si è recata a Paola, in provincia di Cosenza, presso il Santuario di San Francesco per un incontro di informazione sul tema: DAT – Dichiarazioni Anticipate di Trattamento, altro nome dell’eutanasia.

Eutanasia_Paola_ProVitaCome potete vedere dalla locandina qui sotto, l’evento è stato patrocinato dall’Arcidiocesi di Cosenza, dal Santuario di San Francesco da Paola, dal Comitato Difendiamo i Nostri Figli, da Generazione Famiglia, da Marco Sedici e da CitizenGo. L’adesione di così tante sigle sta ad indicare l’importanza del problema che si è sicusso, che altro non è che l’ultimo attentato ai danni della vita umana.

Alle 18:00, dopo un saluto di Padre Colatorti, Correttore Provinciale del Santuario, è intervenuto il magistrato Pino Morandini, vice presidente del Movimento Per la Vita e membro del CDNF e – dopo la relazione della Poleggi – ha concluso l’incontro S.E. Mons. Nolè, Arcivescovo Metropolita di Cosenza.

Un pubblico numeroso ha partecipato con interesse e ha  firmato la petizione contro l’eutanasia promossa da ProVita.

Qui è possibile scaricare la locandina dell’evento in pdf.

Redazione


NO all’eutanasia! NO alle DAT!

Non facciamoci imbrogliare!

Firma la petizione!

Sostieni Pro Vita