Attendere prego

Home Page > Eventi > Il relativismo libertario ha radici antiche
23 02, 2018
17:00
Hotel delle Nazioni, Via Poli, 6 - Roma
Castellano_valori_famiglia_liberismo_relativismo

E stata una lectio magistralis più che un semplice convegno il discorso tenuto dal professor Danilo Castellano*, docente di filosofia del diritto all’università Di Udine, al convegno organizzato a Roma dall’associazione Instaurare omnia in Christo.

ProVita era presente, al tavolo della buona stampa, con la rivista Notizie ProVita, e alcuni volontari. Francesca Romana Poleggi ha illustrato ai presenti la petizione per la salute delle donne e li ha invitati a firmare.

Il professor Castellano ha espoto in modo lucido ed efficace, sulla base della storia recente e passata, come il pensiero liberale-radicale, il relativismo, figlio dell’illuminismo e del positivismo, abbia infiltrato la società civile e la Chiesa cattolica in modo prepotente dal dopoguerra in poi.

Decisiva e stata la componente protestante, di derivazione americana, e la componente massonica, che hanno pervaso anche la nostra carta costituzionale e il nostro ordinamento giuridico.

L’associazione Instaurare, nata nel 1971 all’indomani dell’approvazione della legge sul divorzio, ha monitorato passo passo il progressivo cedimento dei cattolici – nella chiesa e nellla politica – che hanno assecondato più o meno consapevolmente, più o meno in buona fede, la deriva relativista che sta degenerando nel totale nichilismo.

Cone reagire? Non basta opporsi, ma bisogna essere propositivi: anzi tutto con la preghiera e poi con la testimonianza, l’apostolato intellettuale e la costante perseveranza, nella certezza che “le porte degli inferi non prevarranno”.

Redazione

*Nato a Flaibano, in provincia di Udine, nel 1945, Danilo Castellano è professore all’ateneo friulano dal 1978, anno di istituzione della stessa Università, e dal 1998 al 2001 è stato membro del Comitato ordinatore della facoltà di Giurisprudenza, ricoprendo anche l’incarico di preside-vicario. È ordinario di Filosofia politica, insegna Filosofia del diritto, Teoria dei diritti umani e Biogiuridica. Allievo di Augusto Del Noce, tra i maggiori filosofi del XX secolo, Castellano si è laureato a pieni voti e lode a Trieste nel 1970. All’università di Udine è stato membro del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico e direttore dell’Istituto di filosofia. Dalla sua istituzione nel 1996 è stato, fino al 2002, direttore-vicario del dipartimento di Scienze filosofiche e storico-sociali. È direttore dell’Institut international d’Etudes Européennes “Rosmini” di Bolzano e dell’Istituto mitteleuropeo mediterraneo di studi politici superiori con sede all’università di Udine, di cui è direttore e parte del consiglio scientifico. È membro della Reale Accademia di Spagna per le Scienze morali e politiche. È autore di dieci monografie e di oltre trecento pubblicazioni alcune delle quali tradotte in francese, tedesco e spagnolo. Ha curato la pubblicazione di oltre trenta volumi (dal sito UNIUD.it).


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

Sostieni Pro Vita