Attendere prego

Home Page > Eventi > “Il richiamo della madre”: la mamma è insostituibile
08 05, 2017
Roma, Via Terme di Traiano
gravidanza_madre_Giuseppe Noia

L’8 maggio si è svolto a Roma, in via Terme di Traiano, l’evento “Il richiamo della madre“, tutto dedicato alla celebrazione e all’approfondimento della figura materna. Il programma prevedeva una serie di interventi e di attività, tra cui la lettura di brani celebri sulla madre, il racconto di Paola, ostetrica che ha illustrato il privilegio di aiutare una vita a venire al mondo, le testimonianze di famiglia numerose e l’intervento dell’Onorevole Eugenia Roccella, la quale ha spiegato la natura e le conseguenze dell’aberrante pratica della maternità surrogata, in quanto svilimento radicale della figura materna e sfruttamento della donna.

È intervenuto anche Alessandro Fiore, portavoce di ProVita Onlus, sul meraviglioso rapporto madre-bambino che, già solo dal punto di vista biologico, racchiude un significato tale da giustificare l’affermazione di Sofocle: “La madre ha inventato l’amore sulla terra“. La madre dona al figlio ogni bene: non solo il benessere ma lo stesso “essere”. Dal momento del concepimento si instaura una sorta di “comunicazione non verbale” tra madre e figlio, fatta di segnali chimici che preparano l’annidamento e presiedono allo sviluppo e al nutrimento dell’embrione. Nel seno della mamma l’amore è già in qualche modo reciproco: si pensi che l’embrione lascia nel suo corpo alcune sue cellule staminali che possono rimanere anche per decenni e possono servire – in caso di bisogno – a rigenerare i tessuti danneggiati o malati della madre. Al momento della nascita, è importantissimo il contatto con il corpo materno, perché svolge un ruolo benefico sia dal punto di vista fisico che affettivo. Essenziale è poi il contributo del latte materno dal punto di vista non solo della nutrizione, ma anche per la sua funzione immunologica e affettiva.

L’incontro si è concluso con una “cerimonia del pane”: le donne presenti hanno ricevuto in dono una pastiglia di pasta madre rigenerata da quasi mezzo secolo, mentre veniva mostrato come si fa il pane, presentandone l’antica storia.

Redazione


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

Sostieni Pro Vita