Attendere prego

Home Page > Eventi > ProVita, per la vita, con 1.000.000 di prolife russi
21 11, 2017
16:30
Ambasciata Russa, Via Gaeta 5, Roma
vita

L’associazione russa “Za zhizn (Pro Vita) , votata alla protezione dei bambini non nati e dei valori familiari insieme ad altre ONG ha raccolto oltre un milione di firme  per abrogare la legge  che consente l’aborto e garantire un sufficiente sostegno materiale alle donne incinte e alle famiglie con bambini. (Ne avevamo parlato quando erano ancora a 300.000…)

Non sono mai state raccolte così tante firme nella storia della Russia moderna.

L’associazione Pro Vita russa lavora ogni giorno per salvare i bambini non nati: fanno consulenza alle donne incinte in difficoltà, offrono sostegno economico, alloggio a volte lavoro. E svolgono azione culturale e di informazione (conferenze, mostre, tavole rotonde; diffusione di opuscoli informativi…).

Pro Vita ha in programma di consegnare la petizione con le firme a Putin il 21 novembre e ha chiesto un sostegno morale da parte di altre associazioni prolife nel mondo.

ProVita Onlus ha accettato di buon grado.

A Roma, il 21 novembre alle ore 16.30, martedì, un gruppo di giovani di ProVita hanno manifestato pacificamente a sostegno del milione di Russi che hanno firmato la petizione, in Via Gaeta, 5, zona Castro Pretorio.

La Russia ha il triste primato di aver legalizzato l’aborto per prima, nel mondo, nel 1919. Dopo la caduta del comunismo, ha posto in essere politiche pro vita molto efficaci e il tasso di aborti, che nel Paese era spaventoso, ora è drasticamente caduto. Ma nel 2105 ancora si sono registrati 1 milione di aborti e  la legislazione è ancora molto permissiva.

“Pro Vita” merita aiuto e sostegno in Italia, ma anche in Russia!

Redazione


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

Sostieni Pro Vita