Attendere prego

Home Page > Aborto > Aborto alla nascita: sì, proprio così, la Clinton è d’accordo
Hillary-Clinton_vita_aborto-a-nascita-parziale

Il nostro articolo sulla posizione di Hillary Clinton in merito all’aborto a nascita parziale (partial-birth abortion) ha fatto molto discutere. Tantissimi Lettori lo hanno apprezzato e diffuso.

Alcuni invece hanno sollevato dei dubbi. Prestando fede a certi siti on-line, infatti, c’è chi sostiene che la nostra sia una bufala e una mistificazione. La signora Clinton non avrebbe mai dichiarato quello che noi le avremmo fatto dire. E oltre tutto – affermano – questo tipo di aborto non sarebbe poi così terribile.

Siccome stiamo parlando di fatti drammaticamente seri, della vita di tanti innocenti, riteniamo doveroso rispondere per filo e per segno a chi resta perplesso e incerto.

1. Davvero è stato Donald Trump a sintetizzare maldestramente quello che la sfidante democratica non ha mai detto? D’accordo, dalla registrazione del dibattito si capisce chiaramente che la Clinton non ha affermato una frase del tipo: «Sono a favore dell’aborto a nascita parziale». E noi, d’altra parte, non abbiamo scritto questo: basta rileggere bene il nostro articolo. Ma la Clinton non ha nemmeno smentito quanto dichiarato dal rivale Trump. Anzi, ha sottolineato che lo Stato non deve limitare in nessun caso  il diritto della madre, non vi deve essere alcuna restrizione al “diritto” di abortire. E se non vi deve essere alcuna restrizione, significa che l’aborto è lecito sempre.

2. Seconda menzogna. Per la candidata democratica, Trump esagera e usa una deprecabile “retorica allarmistica e spaventosa”. Non è vero che – come ha affermato Trump – con il partial-birth abortion «al nono mese di gravidanza puoi prendere il bambino e strapparlo dal grembo materno appena prima della nascita». E invece Trump ha ragione (a questo link è possibile vedere come viene effettuato questo tipo di aborto): questa pratica è sovente utilizzata dal quarto mese di gravidanza in poi (il che significa fino alla nascita). A confermarlo non sono i pro-life, ma la multinazionale dell’aborto Planned Parenthood (PP), tanto cara alla Clinton. È sufficiente rivedere e rileggere i nostri articoli e video sul mercimonio che PP fa di organi e parti del corpo dei bambini abortiti. E basta leggere alcune dichiarazioni dei dipendenti di questa terribile macchina di morte.

3. Secondo la Clinton l’aborto a nascita parziale servirebbe solo nei casi, estremi, in cui la salute della mamma è messa in grave pericolo. Falso. Assolutamente falso. La scienza dà torto alla candidata democratica. Non è vero che si abortisce al nono mese solo per motivi gravi. Lo si fa esclusivamente perché la donna, perfettamente sana, decide così. Come tutti sanno se la gravidanza è inoltrata e se la prosecuzione di essa fosse pericolosa per la madre, il bambino si farebbe nascere in anticipo, senza bisogno di ammazzarlo. Inoltre, il più delle volte il partial-birth abortion è un pericolo proprio per la vita della madre. La Clinton, dunque, ha mentito solo per commuovere gli americani e portarli dalla sua parte.

4. Che la Clinton sia a favore dell’aborto alla nascita è cosa nota: nel 2003 votò contro il divieto al partial-birth abortion voluto dal Presidente Bush. Nel dibattito che ebbe con il repubblicano Rick Santorum è possibile capire che la candidata democratica alla Casa Bianca non ha argomenti, se non il suo abortismo ottuso. Da tenere presente che il divieto di Bush è stato giudicato costituzionale dalla Corte Suprema, ma molti Stati americani hanno ignorato la legge e il responso, continuando a praticare aborti alla nascita, con la piena approvazione di Obama e della Clinton (il marito Bill, durante il suo mandato, pose il veto su alcune proposte repubblicane volte a porre fine a questa nefandezza).

5. Al netto di tutto ciò, la candidata democratica è notoriamente un’abortista convinta. Difende Planned Parenthood e viene da questa ripagata con milioni di dollari per la sua campagna elettorale. Ritiene l’aborto una priorità nella politica internazionale, addirittura ricattando economicamente quei Paesi che non vogliono legalizzare l’infanticidio. E non ritiene il concepito meritevole dei diritti riconosciuti a ogni persona umana. Basta questo per avere un pessimo giudizio su di lei.

Redazione

 


#STOPuteroinaffittofirma e fai firmare  qui la petizione contro l’inerzia delle autorità di fronte alla mercificazione delle donne e dei bambini

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,20 out of 5)
Loading...

20 Commenti, RSS

  • marco maccozzi

    dice su:
    21/10/2016 alle 17:12

    E’ una bufala. Il video del dibattito lo dice chiaramente. La notizia discende da una frase detta da Donald Trump. L’articolo andrebbe corretto in questa direzione.

    • Sergio Gurrieri

      dice su:
      21/10/2016 alle 17:18

      Questo articolo è una pezza peggiore del buco. Il fatto che la Clinton non abbia smentito Trump non significa nulla poiché quella di trump era una semplice iperbole non una affermazione. Un po’ come se io dicessi che se i vegani vincessero allora verremmo sterminati dalla proliferazione delle mucche. In quanto iperbole la smentita non ha senso. Il resto dell’articolo poi sono vostre considerazioni ed affermazioni, legittime ma che non hanno alcun legame col dibattito presidenziale in corso. Avete semplicemente utilizzato la notizia per fare come vi pare e questo denota la vostra poca serietà editoriale e una superficialità che vi espone a denunce e querele per diffamazione.

      • Redazione

        dice su:
        22/10/2016 alle 07:56

        https://www.youtube.com/watch?v=NfdRmnT0Weo

        Al minuto 4 più o meno Trump dice che non è accettabile che un bambino venga abortito tardivamente, anche al nono mese. La Clinton dice “non fare terrorismo psicologico… e dice un sacco di cose per svicolare la questione (l’aborto è una scelta sofferta , conosce le donne che hanno abortito ecc)e poi conclude dicendo che lo Stato non si deve intromettere nelle scelte delle donne e che la Roe vs Wade non si tocca. Roe vs Wade = aborto libero e gratuito fino al nono mese. Stiamo per pubblicare un articolo in cui si elencano i luoghi dove lo fanno.

        E comunque l’aborto è un omicidio sempre, anche il giorno dopo il concepimento. E questo lo capisce pure un bambino che studiasse biologia a scuola.

        Poi vale sempre il detto: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”

        Infine: è vero che la pratica di schiacciare il cranio non si usa più tanto: si fa un’iniezione di potassio nel cuore del bambino , prima di estrarlo dal ventre materno.

        Ci piacerebbe non fosse vero, ma è così. E lo fanno pure in Italia, ogni volta che si abortisce un bambino oltre il 3° mese.

    • Redazione

      dice su:
      22/10/2016 alle 07:56

      https://www.youtube.com/watch?v=NfdRmnT0Weo

      Al minuto 4 più o meno Trump dice che non è accettabile che un bambino venga abortito tardivamente, anche al nono mese. La Clinton dice “non fare terrorismo psicologico… e dice un sacco di cose per svicolare la questione (l’aborto è una scelta sofferta , conosce le donne che hanno abortito ecc)e poi conclude dicendo che lo Stato non si deve intromettere nelle scelte delle donne e che la Roe vs Wade non si tocca. Roe vs Wade = aborto libero e gratuito fino al nono mese. Stiamo per pubblicare un articolo in cui si elencano i luoghi dove lo fanno.

      E comunque l’aborto è un omicidio sempre, anche il giorno dopo il concepimento. E questo lo capisce pure un bambino che studiasse biologia a scuola.

      Poi vale sempre il detto: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”

      Infine: è vero che la pratica di schiacciare il cranio non si usa più tanto: si fa un’iniezione di potassio nel cuore del bambino , prima di estrarlo dal ventre materno.

      Ci piacerebbe non fosse vero, ma è così. E lo fanno pure in Italia, ogni volta che si abortisce un bambino oltre il 3° mese.

      • Paolo Bas

        dice su:
        15/11/2016 alle 11:46

        Però non scrivete inesattezze. L’iniezione di cloruro di potassio viene fatta solo dove è permesso l’aborto oltre la 23-esima settimana di gestazione, in quanto il feto può sopravvivere al di fuori dell’utero. In Italia l’aborto oltre la 23-esima settimana è proibito. E’ ammessa l’induzione del parto dopo la 23-esima settimana solo se c’è reale pericolo per la madre, ma in ogni caso il neonatologo deve fare di tutto per fare sopravvivere il prematuro. In Italia gli aborti terapeutici prima della 23-esima settimana sono parti pre-termine ed il feto non sopravvive, ma non viene usato il cloruro di potassio per fermarne il cuore. Questa prassi in Italia è vietata. Non scrivete inesattezze sensazionalistiche.

    • Franca Facchetti

      dice su:
      20/01/2018 alle 18:17

      La prego non dica sciocchezze, ovviamente lei il dibattito non l’ha ascoltato. Le assicuro che, anche se riluttante, la signora Clinton ha dovuto ammettere il suo appoggio a questa pratica orribile che viente sostenuta dal Planned Parenthood, la più grande organizzazione aborti in America e grande contribuente della campagna elettorale dei democratici.

    • Franca Facchetti

      dice su:
      21/01/2018 alle 16:28

      No, purtroppo non è una bufala. Glielo assicuro io, che durante il terzo dibattito presidenziale, il moderatore Chris Wallace, lo chiese alla signora Clinton, la quale, anche se riluttante dovette rispondere che si appoggia questa pratica di aborto alla nascita, perchè secondo lei una donna ha tutto il diritto di decidere anche all’ultimo momento se voler o no questo bambino. Questo è un fatto certo e facilmente controllabile richiedendo un transcritto del dibattito. Io l’ho seguito in diretta e le posso assicurare che lo ha detto.

  • laura sc

    dice su:
    21/10/2016 alle 22:44

    uno stato deve difendere i più deboli. In questi casi i più deboli sono i bambini perché non si possono difendere.

  • stefano tiozzi

    dice su:
    22/10/2016 alle 00:57

    Ma voi siete fuori di testa,farneticate di cose che immaginate da soli;il meccanismo logico che applicate è come voler dimostrare che gli alieni hanno invaso la terra perchè avete trovato un cerchio di erba schiacciata in un prato.

    • Redazione

      dice su:
      22/10/2016 alle 07:44

      https://www.youtube.com/watch?v=NfdRmnT0Weo

      Al minuto 4 più o meno Trump dice che non è accettabile che un bambino venga abortito tardivamente, anche al nono mese. La Clinton dice “non fare terrorismo psicologico… e dice un sacco di cose per svicolare la questione (l’aborto è una scelta sofferta , conosce le donne che hanno abortito ecc)e poi conclude dicendo che lo Stato non si deve intromettere nelle scelte delle donne e che la Roe vs Wade non si tocca. Roe vs Wade = aborto libero e gratuito fino al nono mese. Stiamo per pubblicare un articolo in cui si elencano i luoghi dove lo fanno.

      E comunque l’aborto è un omicidio sempre, anche il giorno dopo il concepimento. E questo lo capisce pure un bambino che studiasse biologia a scuola.

      Poi vale sempre il detto: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”

      • Michele Bendazzoli

        dice su:
        22/10/2016 alle 08:00

        Grazie per la battaglia di verità che portate avanti.

  • Marina Ragni

    dice su:
    22/10/2016 alle 09:11

    La redazione di Notizie ProVita ha perfettamente ragione su tutto quello che ha detto, repliche comprese.

  • Piero Iannelli

    dice su:
    23/10/2016 alle 02:39

    Andrebbe evidenziato :
    Usa. Lo scambio di favori milionario tra Planned Parenthood e Hillary Clinton
    Il candidato presidenziale democratico riceverà 20 milioni per la sua campagna e in cambio promette di «impedire che vengano tagliati i fondi federali» al gigante delle cliniche pari a 528 milioni.

    http://www.tempi.it/usa-lo-scambio-di-favori-milionario-tra-planned-parenthood-e-hillary-clinton#.V_qgLclISM8
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-multinazionale-degli-aborti-tira-la-volata-a-hillary-17731.htm

    Non di meno :
    In un video “undercover” accuse devastanti al colosso dell’aborto Usa: «Vendono organi dei bambini»
    La manager filmata in incognito descriverebbe anche tecniche di aborto illegali. La difesa dell’azienda: si tratta di «donazioni alla ricerca», è un «impegno umanitario»
    http://www.tempi.it/video-undercover-accuse-aborto-usa-vendono-organi-bambini#.VajDUqTtmko

  • Francesca Carlucci

    dice su:
    09/11/2016 alle 13:42

    Povera, povera Hillary! Bisogna che qualcuno le dica che i bambini, e le bambine soprattutto, mica “vengono” uguali a Chelsea: si tranquillizzi e abbandoni per sempre le sue idee abortiste.

  • Chris Blackbird

    dice su:
    09/11/2016 alle 19:48

    Chissà perché non mi stupisce che i pro-vita tirino fuori qualche bufala per fare sensazionalismo…

  • Antonietta Cattarossi

    dice su:
    06/02/2017 alle 11:14

    Ho conosciuto una signora che ha abortito, e, dopo, la sua vita e’stata una sopravvivenza fatta di ricoveri psichiatrici e disperazione. A tutto c’e’ rimedio tranne che alla morte e se poi la infliggiamo noi ai nostri figli, perche’ ci stupiamo se c’e’ la guerra?Cambiamo le nostre leggi e se no sara’ la fine della nostra civilta’.

  • Tullio Rotondo

    dice su:
    13/11/2018 alle 02:58

    CARI SIGNORI, QUESTO SITO NON DICE SCIOCCHEZZE MA FASTIDIOSE VERITA’, CAPISCO CHE PER ALCUNI LA CLINTON E’ UNA SANTA CHE NON TOCCHEREBBE MAI UN FETO E MAI FAREBBE L’ABORTO … MA PURTROPPO NON E’ COSI’, ANZI E’ PRECISAMENTE IL CONTRARIO , QUINDI SMETTETELA DI DIFFONDERE DISINFORMAZIONE ATTACCANDO QUESTO SITO PERCHE’ FATE SOLO MAGRE FIGURE … SPECIE SE SIETE PAGATI DA SOROS O DA SUOI AMICI PER DIFFONDERE FALSITA’ … LA CLINTON E’ UNA GROSSA VOLPE CHE CERCARE DI NASCONDERE I SUOI MISFATTI E LE SUE SATANICHE IDEE … QUINDI DICE E NON DICE … MA OVVIAMENTE SAPPIAMO BENE CHI E’ LEI E COSA DICE ATTRAVERSO LE SUE TATTICHE MIMETICHE!!! VADE RETRO CLINTON … CRISTO REGNI!!!

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati