Attendere prego

Home Page > Filosofia e morale > Anche la pillola anticoncezionale può provocare l’aborto
contraccezione _pillola-contraccettiva_tromboembolia-venosa

La dottoressa Niedda, biologa specializzata in bioetica, ci spiega che anche la normale pillola anticoncezionale può agire dopo il concepimento provocando quindi un aborto.

 Proponiamo ai nostri lettori questo articolo pubblicato sul mensile Notizie Pro Vita, che meritava di essere letto e merita di non essere dimenticato.

Le tecniche contraccettive mirano ad impedire la fecondazione attraverso un’azione meccanica od ormonale. L’azione di tipo meccanico impedisce l’incontro tra lo spermatozoo e l’ovocellula. Con i mezzi di tipo ormonale, invece, vengono alterati gli eventi fisiologici che permettono alla donna di prepararsi alla fecondazione ed alla gravidanza.

In particolare la pillola estroprogestinica è realizzata combinando tra loro due ormoni di sintesi, un estrogeno ed un progestinico, che agiscono alterando i naturali meccanismi ormonali che regolano il ciclo ovarico femminile. Oggi si fa uso di preparati contenenti progestinici a bassa attività androgenica associati a ridotte concentrazioni di estrogeni. Se questi preparati risultano meno dannosi per la donna, essi tuttavia esplicano un più spiccato effetto abortivo. Infatti l’azione estro-progestinica si esplicita a più livelli:

  1. Agisce sull’asse ipotalamo-ipofisario e fa sì che nell’ovaio i follicoli non vadano a maturazione, non producano ormoni, né tantomeno si abbia l’ovulazione.
  2. Agisce sulla mucosa interna dell’utero in modo che non possa prepararsi all’eventuale annidamento dell’embrione.
  3. Agisce sulle tube di Falloppio, rendendo più difficile sia la fecondazione, sia il viaggio dell’embrione verso l’utero (con aumento del rischio di gravidanza tubarica).
  4. Agisce sulla cervice uterina rendendo il muco impervio agli spermatozoi.

In base a quanto esposto, si può notare come, qualora l’effetto antiovulatorio (n.1) fallisca, l’azione della pillola estro-progestinica (casi nn. 2 e 3 ) sull’endometrio e sulle tube sia di tipo francamente abortivo.

Se consideriamo il numero delle donne che ricorrono a questo metodo contraccettivo, è evidente come l’effetto abortivo della pillola sia un evento di rilevante portata. Vediamo perché.

Statisticamente si possono avere 6,48 ovulazioni in 200 cicli di uso regolare della pillola e, poiché l’estroprogestinico provoca anche un effetto barriera sul muco cervicale, l’evento abortivo dipende anche dall’insuccesso di quest’azione (n.4). Con buona approssimazione si può affermare che si verificano 50 interruzioni del blocco della mucosa ogni 200 cicli di regolare assunzione del contraccettivo.

Anche se non è possibile quantificare in modo certo il rapporto tra numero di fecondazioni e numero di aborti che si verificano in corso di contraccezione con estro-progestinici regolarmente assunti, si può verosimilmente affermare che per 200 cicli si verificano 1,55 fecondazioni; tale numero risulta corretto in base all’età e alla considerazione che di norma il numero di fecondazioni è pari al 25% delle ovulazioni. Confrontando poi tale numero di fecondazioni con quello delle gravidanze che si verificano in 200 cicli di assunzione del contraccettivo se ne può dedurreche l’uso continuo e regolare della pillola estro-progestinica comporta la possibilità che si verifichino 1,5 aborti per ogni 200 cicli, ovvero 1 aborto ogni 10 anni.

Marinella Niedda

Sostieni Pro Vita

Tratto da NotizieProVita n.10 – Dicembre 2012 – Pag. 15

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...

5 Commenti, RSS

  • Francesco

    dice su:
    20/02/2015 alle 11:22

    D’accordissimo sarebbe il caso di spiegarlo ai ginecologi, la maggior parte sono male informati.
    Inoltre tali articoli locandine e relativi volantini andrebbero esposti e distribuiti nelle farmacie, in maniera da far scegliere liberamente ed in maniera consapevole le donne, non OCCULTANDO informazioni come avviene ora.
    Ripeto quasi nessuno conosce quest’ effetto delle pillole anticoncezionali, soprattutto quelle a basso dosaggio.

  • Antonino Bommarito

    dice su:
    22/12/2015 alle 20:27

    Salve avrei un dubbio, la e possibile che queste pillole possano causare la morte? oggi ho letto un’articolo secondo cui sono stati registrati 23 morti di donne in età 16-49 che usavano queste pillole da 1/2 anni e sono morte…è possibile tutto ciò? io vorrei sperare che queste sono notizie false. Qualcuno potrebbe darmi una risposta al più presto per favore? un grazie in anticipo.

  • D.M.

    dice su:
    03/03/2016 alle 14:06

    Ho saputo di questo tanti anni fa, ma nessuno lo sa. Quello che mi domando io è: perché per esempio qui è ritenuto un uso moralmente accettabile? http://www.mpv.org/mpv/s2magazine/AllegatiTools/141/pillola%20estroprogestinica%20ed%20effetti%20abortivi.pdf
    Qui invece il parere è molto diverso: http://www.comitatoveritaevita.it/pub/esperto_domande_read.php?id=71

    Dopo le affermazioni discutibili fatte da papa Francesco in aereo durante il suo viaggio di ritorno dal Messico, sono sconvolta…non sono assolutamente d’accordo con quella visione dell’uso degli anticoncezionali e vedo che neanche nella Chiesa c’è né c’è mai stato un accordo: http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2016/02/22/paolo-vi-e-le-suore-violentate-in-congo-cio-che-quel-papa-non-disse-mai/?refresh_ce Qualcuno mi aiuta a capirci qualcosa? Grazie.

  • Roberta Scarpellini

    dice su:
    15/06/2017 alle 15:43

    Salve a tutti. Io ringrazio per questa validissima spiegazione e informazione. Volevo portare la mia esperienza. Oggi ho 34 anni e sto lottando da 9 mesi contro un cancro al seno infiltrante di 3′ grado. Ho assunto la pillola anticoncezionale circa 10 anni fa, e l’ho dovuta interrompere a seguito di una importante trombosi, così seria che mi è stato detto di essere stata graziata ad essere ancora viva!!! A 33 anni scopro di avere un tumore al seno altrettanto serio. Ora, aggiungo che sono una ballerina professionista, mangio vegetariano da sempre, non fumo e sono astemia. Lascio a ciascuno le proprie valutazioni, io la mia idea me la sono fatta ed in questa, c’è sicuramente l’assunzione della pillola, così come l’alimentazione a base di tanto mais, riso bianco italiano (entrambi ad alto indice glicemico) e banane (ricche di insetticidi) quale era la mia fino a 9 mesi fa. Un caro saluto a tutto. Che Dio ci protegga tutti in questo mondo che ci vuole solo morti!

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati