Attendere prego

Home Page > Filosofia e morale > Richard Dawkins: non c’è niente di sbagliato in un pò di “moderata pedofilia”
Description=Richard Dawkins Photograph: Jeremy Young 05-12-2006

Quando Richard Dawkins aveva 11 anni, il suo insegnante di arte lo prese in braccio, gli infilò la mano nei pantaloncini, e gli accarezzò i genitali. Quando lo disse ai suoi compagni di scuola, scoprì che non era il solo – l’uomo aveva abusato anche di alcuni dei suoi amici. Ma 60 anni più tardi, il famoso ateista autore de “L’illusione di Dio” non se la sente di condannare gli atti dell’insegnante.
Dawkins ha dichiarato la scorsa settimana alla rivista Times che un abuso quale lui e i suoi compagni di classe avevano subito non causa “danni durevoli”, e che una “moderata pedofilia” o “toccamenti” non dovrebbero essere giudicati tanto severamente come gli stupri o altri reati.
“Sono ben consapevole del fatto che non si possono condannare le persone d’altri tempi con gli standard del nostro”, ha affermato Dawkins. “Così come non guardiamo indietro ai secoli XVIII e XIX e non condanniamo le persone per razzismo come condanneremmo per razzismo un uomo d’oggi, io guardo indietro di qualche decennio alla mia infanzia e vedo cose come le punizioni corporali, come una moderata pedofilia, e non riesco a trovare in me motivo di condanna con gli stessi standard che io o chiunque altro useremmo oggi”.
I gruppi per la difesa delle vittime hanno reagito con indignazione ai commenti di Dawkins. Peter Watt, direttore per la protezione dei bambini presso la Società Nazionale per la Prevenzione della Crudeltà verso i Bambini, ha affermato che le osservazioni Dawkins sono “terribilmente offensive” verso le vittime di abuso sessuale infantile.
“Il signor Dawkins sembra pensare che perché un reato è stato commesso molto tempo fa lo si dovrebbe giudicare diversamente “, afferma Watt. “Mentre sappiamo che le vittime di abusi sessuali patiscono gli stessi effetti, che ciò sia avvenuto 50 anni fa o ieri.”
Peter Saunders, fondatore dell’Associazione Nazionale per le Vittime di Abuso Infantile, vittima di abuso egli stesso, ha dichiarato: “L’abuso sotto ogni forma è sempre stato sbagliato. Il male è male e dobbiamo contrastarlo sempre e ovunque si manifesti “.
Ma Dawkins ha rilanciato martedì attraverso i social media sulle sue affermazioni, usando Twitter sostenendo che “un ‘leggero toccamento’ non è un grande male. Violentare a morte una moglie di otto anni è peggio …”
Alla reazione furiosa degli utenti alla dichiarazione, insiste scrivendo: “C’è qualcuno che possa seriamente negare che aver violentato a morte una bambina di otto anni sia peggio di mettere una mano nei vestiti di un bambino? Siete così ASSOLUTI? ”
“Il sesso non consensuale è sempre un male. Ma aver violentato un’ottenne a morte è quantitativamente peggio di ‘toccare sconvenientemente’ “, ha aggiunto. “Sfumature di grigio”.
Questa non è la prima volta che Dawkins afferma qualcosa di controverso sulla pedofilia. Nel suo libro “L’illusione di Dio”, ha sostenuto che l’educazione dei figli nella fede cattolica è più abusiva delle molestie sessuali.
Per quanto riguarda gli scandali degli abusi da parte di sacerdoti che hanno scosso la Chiesa in Irlanda, Dawkins scrive: ” l’abuso sessuale è stato senza dubbio orribile, ma il danno è stato probabilmente inferiore al danno psicologico inflitto a lungo termine educando il bambino come cattolico.”
L’anno scorso, sostenne tale affermazione in un’intervista su Al Jazeera, raccontando all’intervistatore Mehdi Hasan di un’amica abusata sessualmente da un prete all’età di sette anni, ma di come essa da adulta ricordasse come molto più traumatica la dottrina circa l’esistenza dell’inferno.
“Mi ha raccontato di queste due violenze, si è ripresa dall’abuso fisico, era uno schifo ma l’ha superato”, ha detto Dawkins. “Ma l’abuso mentale di sentirsi raccontare dell’Inferno, ci ha messo anni a superarlo.”

Traduzione a cura di Giovanni Reginato

Clicca qui per leggere l’articolo originale pubblicato da LifeSiteNews in lingua inglese

di Kirsten Andersen

Blu-Dental

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Sostieni Pro Vita

Un Commento, RSS

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati