Attendere prego

Home Page > Filosofia e morale > Sentinelle in Piedi: «Di fronte a progetti di morte noi ci alziamo»
sentinelle-in-piedi_famiglia_gender_Cirinna_violenza

Sentinelle in Piedi: «Di fronte a progetti di morte noi ci alziamo in piedi»

No al biotestamento, ddl fake news, leggi “l’omofobia”. Ecco le prossime veglie delle Sentinelle in Piedi

  • BRESCIA, sabato 9 dicembre ore 16.30 in piazza Vittoria
  • GENOVA, sabato 16 dicembre ore 16.00 in via Cesarea – Teatro della Gioventù
  • MILANO, domenica 17 dicembre ore 17.30 in piazza San Carlo
  • VERONA, venerdì 22 dicembre ore 18.00 in piazza Bra

Di seguito il Comunicato Stampa: la vita va difesa, sempre.

Ci vogliono togliere la vita, in nome della qualità della vita

A poche settimane dal Natale, a pochi mesi dal termine naturale di questa legislatura, assistiamo ad una diabolica corsa per approvare il testo di legge sul cosiddetto biotestamento. Politici vestiti di politicamente corretto, ecclesiastici confusi e promotori di morte si affannano a occupare ogni spazio mediatico per convincerci che il testo di legge in discussione è per il bene degli ammalati, che si tratta di una conquista, di un diritto civile, di un passo avanti per la nostra civiltà. Ebbene, non ci convinceranno di una cosa falsa. Questo testo apre all’eutanasia omissiva, svilisce le persone ammalate che contano meno della cosiddetta qualità della vita, mortifica il medico che deontologicamente è chiamato a salvare la vita non a toglierla, violenta la libertà di tutti perché legittima il disinteresse verso le persone che non sono sane, giovani e produttive. Questa non è libertà, è imbarbarimento di una società: per questo le Sentinelle in Piedi scendono nuovamente in piazza.

Ci vogliono togliere l’identità, in nome del rispetto

Ormai non si contano più gli episodi nelle scuole italiane in cui si insegna ai  bambini che il maschile e il femminile non sono dati biologici immodificabili e che ciascuno di noi può definirsi in base a come si sente in un determinato momento. Non si tratta di episodi fuori controllo, anzi. Le recenti Linee guida emanate dal ministero dell’Istruzione hanno ribadito  – se mai ce ne fosse stato bisogno – che il perno della scuola italiana oggi è una visione dell’uomo come individuo solo che si autodetermina, tutto ruota attorno al femminismo radicale e gronda gender da tutti i pori. Non sarà possibile sottrarsi perché, col pretesto della lotta alla discriminazione e alla prevenzione della violenza, tutto il processo educativo sarà permeato dall’ideologia gender.

Questa ideologia è la stessa che si cerca di imporre introducendo il reato di opinione: dopo vari tentativi di legge a livello nazionale (ddl Scalfarotto sulla cosiddetta “omofobia”, ddl su bullismo e cyberbullismo, ddl 2688 sulle fake news), oggi si tenta la strada di imbavagliare una regione alla volta attraverso leggi locali sull’omofobia. Così, dopo Umbria e Campania, adesso la Puglia si appresta a varare un provvedimento legislativo analogo. Questo non è rispetto, è indottrinamento ideologico sulla pelle dei bambini, per questo le Sentinelle in Piedi scendono nuovamente in piazza.

Ci vogliono impedire di ragionare, in nome della verità

Non passa poi giornata senza gli allarmi sulle cosiddette fake news, che vengono presentate come false notizie così pericolose da necessitare di essere bloccate; esponenti delle istituzioni le presentano come uno dei più grandi mali odierni e lo denunciano minacciando di punire, chiudere, censurare. Ma che cosa vogliono realmente fermare? Il riferimento ovviamente non è affatto alle false notizie, come si vuol far credere, bensì alla controinformazione resa possibile dallo sviluppo del web che permette a ciascuno di cercare informazioni, approfondire, e farsi una idea eventualmente anche diversa da quella proposta dai grandi media. Dietro all’allarme sulle fake news dunque non c’è amore per la verità bensì la volontà di mistificare la realtà, per questo le Sentinelle in Piedi scendono nuovamente in piazza.

E lo facciamo alzandoci in piedi, perché non vogliamo vivere nella menzogna!

Sentinelle in Piedi


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati