Attendere prego

Home Page > Aborto > Aborto e satanismo, cuciti a filo doppio
omosessualismo_menzogna_aborto

Il portavoce del tempio di satana in America, Jex Blackmore, è in causa contro una legge del Missouri per conto dell’adepta “Mary Doe” che lamenta la violazione della propria libertà religiosa durante un aborto nel 2015.

Gli adoratori di satana affermano nel Missouri si calpesta la loro libertà religiosa perché prevedono il consenso informato della donna che chiede l’aborto (un’ecografia e adeguate informazioni sul grado di sviluppo del bambino), prevedono che le vengano spiegati i rischi annessi all’aborto e prospettate le possibili alternative, e richiedono 72 ore di attesa prima di procedere all’aborto.

Secondo i satanisti, queste regole violano due punti fondamentali del loro credo: «il corpo di qualcuno è inviolabile, sottomesso alla propria volontà» e «le credenze devono conformarsi alla nostra migliore comprensione scientifica del mondo . Dobbiamo fare attenzione a non distorcere i fatti scientifici per adattarci alle nostre convinzioni ».

Probabilmente i satanisti ignorano che chi si batte contro l’aborto afferma che la vita umana inizia al concepimento non sulla base di specifiche convinzioni religiose (contrarie alla religione di satanisti), ma su basi strettamente scientifiche.

E’ la scienza (e non una qualsivoglia religione) che dimostra che la vita umana ha inizio nel momento in cui l’ spermatozoo si fonde con l’ovulo. E anche le informazioni che bisogna dare alle donne come parte del consenso informato sono di carattere scientifico e non religioso.

L’anno scorso Breitbart aveva descritto le azioni del tempio di satana come una “crociata pro-aborto” che sostiene gli interessi della Planned Parenthood. E infatti spesso i satanisti hanno manifestato in suo favore. Come hanno manifestato contro la sepoltura dei bambini non nati.

Anche questa azione legale (illogica e sconclusionata) dimostra che l’aborto è un rito sacro per i satanisti.

E’ nota la testimonianza di un ex satanista, Zachary Kingi riti satanici si incentrano sul togliere la vita. E il massimo tributo al diavolo è quello di offrirgli un bambino con un aborto. Tant’è vero che lui stesso, sin da adolescente, nei suoi 26 anni di culto del maligno ha partecipato a 141 cerimonie orchestrate intorno a una donne incinte (anche di 9 mesi) su un lettino ginecologico, che iniziavano con un’orgia e spesso finivano con atti di cannibalismo.

King ha anche spiegato come le sette sataniche abbiano amici potenti tra i tutori dell’ordine e tra i politici e gli amministratori delle città in cui lui ha vissuto queste esperienze, e soprattutto tra i medici, e i paramedici che lavorano nelle cliniche dell’aborto. Tanto che a volte i riti si celebravano proprio dentro cliniche abortiste.

Redazione

Fpnte: LifeNews


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

3 Commenti, RSS

  • ROSALIA LETORIO

    dice su:
    15/09/2017 alle 08:19

    l’aborto è legge votata con referendum popolare che attesta la volontà di tutti per la procreazione responsabile e ha posto fine ad attivita’ di mammane e speculazioni di cliniche in Italia e al’estero.Non insozzare la legge con la crimilità satanica e rifletti che in Italia,se non avesse concordato il Vaticano non sarebbe passata la legge,così per il divorzio.La teologia afferma che l’anima è introdotta nel corpo a partire dal 3°mese,perciò il seppellimento dei fetiè inutile ipocrisia,Anni fa il Corriere della sera ha dato notizia di 19 aborti di religiose in una casa di esercizi spirituali.Non scomodare Satana per le azioni umane,non seminare superstizione invece di consapevolezza di diritti e obblighi.Dì alle persone che i feti da loro concepiti ,nell’aborto sono rifiuti speciali ospedalieri perchè e’ stato loro negato di divenire esseri umani,perchè sia di principio e non di comodo irresponsabile..non firmerò le tue petizioni-Saluti

    • Redazione

      dice su:
      15/09/2017 alle 08:32

      Complimenti: tante bugie tutte insieme era da tempo che non le leggevamo:
      1) la volontà di “tutti” : no di una maggioranza risicata, confusa e imbrogliata
      2) procreazione responsabile : l’aborto è omicidio, non procreazione responsabile
      3) Le attivita’ di mammane e speculazioni di cliniche continuano indisturbate
      4) “Non insozzare la legge con la crimilità satanica”: non siamo noi che l’insozziamo, perché è una legge molto sporca di suo. Poi sono loro (abortisti e satanisti)che sono “culo e camicia”.
      5) “In Italia,se non avesse concordato il Vaticano non sarebbe passata la legge,così per il divorzio”: questo ci interessa poco e comunque ci dispiace.
      6)”La teologia afferma che l’anima è introdotta nel corpo a partire dal 3°mese”: questo se l’è inventato lei: man mano che la scienza ha dimostrato l’umanità del concepito la dottrina è stata sempre più chiara: ma l’anima entra nel corpo con il concepimento.
      7) “Il seppellimento dei feti è inutile ipocrisia”: perché lei non ha rispetto per la dignità degli esseri umani.
      8)”19 aborti di religiose”: andranno all’inferno come tutte le altre donne che abortiscono coscientemente, volontariamente e non se ne pentono. E se non gli interessa – per ora – perché non ci credono, all’inferno, proveranno prima o poi le pene dell’inferno proprio qui su questa terra, stia tranquilla (ha mai sentito parlare della sindrome post aborto?)
      9) Non “scomodiamo satana”: lei può anche non credere nel diavolo, ma i satanisti esistono, ci credono e sono ferventi sostenitori dell’aborto. E’ un dato di fatto.
      10) I feti sono già esseri umani fin dal concepimento (è un dato scientifico oggettivo), a cui è stato negato di nascere.
      11) “non firmerò le tue petizioni”- Le firmeranno altri. Grazie lo stesso.

  • Giulio Di Nardo

    dice su:
    15/09/2017 alle 12:40

    Povera Rosalia! In che mondo vive. L’aborto è sempre omicidio da chiunque viene fatto. Il Corriere della sera ha riferito un fatto abominevole che se fosse vero non toglie e non aggiunge nulla alla realtà malefica dell’aborto. Dio abbia pietà di quelle misere suore. Speriamo e preghiamo che si pentano per la loro salvezza eterna. L’aldilà esiste anche se “qualcuno” cerca di “abolirlo” dai nostri cuori.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati