Attendere prego

Home Page > La Buona Notizia > Buona notizia #691: La storia di Paige, come una banconota
Paige_buona notizia

La Buona Notizia di oggi è la storia della piccola Paige.

Nata a 23 settimane era più piccola di una banconota da 10 sterline. Zoe Ambrose si è accorta di essere incinta quando già era a 22 settimane: era magrissima, non aveva alcun sintomo. Dieci giorni dopo, ha avuto un’emorragia  sul posto di lavoro ed è stata ricoverata in ospedale, dove è andata in travaglio.Paige_ buona notizia

Quando è nata Paige, un medico le ha detto che legalmente la bambina che era nata non doveva essere assistita: prima delle 24 settimane (data entro cui è possibile abortire in Inghilterra) i prematuri devono cavarsela da sé…

Il pediatra le ha assicurato che non l’avrebbero fatta soffrire, ma lei avrebbe dovuto respirare da sola: le probabilità erano il 25%.

Zoe ha scongiurato in lacrime i medici di aiutare la piccola:  Paige era una combattente. La sua mamma anche ed è riuscita a farla trasferire in diversi ospedali.

La bambina ha avuto un’emorragia nei polmoni e nel cervello. E in appena tre settimane di vita, ha dovuto subire un intervento chirurgico allo stomaco.

Ma ora guardatela, a due anni e mezzo: non ha più bisogno dell’ossigeno, fa delle cure ormonali e deve sistemare l’occhietto sinistro: ma valeva la pena di salvarle la vita? Per la mamma, certamente, sì.

Redazione

Fonte: National Right to Life

Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza… la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR


Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati