Attendere prego

Home Page > Notizie dal mondo > Contraccezione e salute femminile: un nuovo studio svedese
contraccezione _depressione_aborto

La contraccezione orale è rischiosa per la salute globale delle donne, ne diminuisce il benessere anche psicologico.

Gli effetti collaterali negativi della contraccezione orale sono frequenti e anche gravi. I più noti, documentati e accertati, sono il rischio di coaguli di sangue, perdita di capelli , maggiore probabilità di malattie,  la riduzione del volume cerebrale, morbo di Crohn , il cancro al seno , l’indurimento delle arterie , e la maggiore possibilità di glaucoma e cancro del collo dell’utero .

I problemi circolatori legati alla contraccezione orale possono condurre a ictus o ischemie e sono risultati a volte fatali.

A questi gravi problemi, si aggiungono quelli psicologici.

Ultimamente se ne è occupata una ricerca  condotta dal Karolinska Institutet, di Stoccolma, non certo da bigotti maschilisti.

La dottoressa Angelica Linden Hirschberg ha specificato che lo studio non ha dimostrato una connessione tra depressione e contraccezione, ma certamente ha dato risultati inquietanti circa il benessere e la salute globale delle donne.

A 340 donne sane di età compresa tra 18 e 35, nell’arco di 3 mesi sono stati somministrati – a caso – medicinali placebi e pillole anticoncezionali comuni (contenente etinilestradiolo e levonorgestrel). Ovviamente le donne e i medici che le visitavano non sapevano se erano tra quelle che prendevano il farmaco vero o il farmaco finto.

L’umore, l’autocontrollo, e il livello di energia sono peggiorati sensibilmente in chi fruiva della contraccezione e le donne che prendevano la pillola anticoncezionale hanno mostrato una qualità di vita “significativamente inferiore” rispetto a quelle che prendevano il placebo.

Nonostante il gran numero di donne che ricorrono alla contraccezione orale in tutto il mondo, grazie alla propaganda dell’ideologia femminista dagli anni ’60 in qua, i ricercatori hanno confermato che gran parte degli effetti della contraccezione sulla salute delle donne sono ancora sconosciuti.

Hanno sottolineato, poi, che i risultati della ricerca di Stoccolma devono essere presi con una certa cautela per il periodo di tempo relativamente piccolo che è stato preso in considerazione. Tuttavia, bisognerebbe che i clinici tenessero conto seriamente di questo campanello d’allarme.

Se avessero a cuore la salute delle donne.

I media, le femministe, le agenzie internazionali ne dovrebbero parlare.

Se avessero a cuore la salute delle donne.

Redazione


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

2 Commenti, RSS

  • Chiara Bracali

    dice su:
    05/05/2017 alle 15:04

    Gentile redazionale mi permetto di scrivere due righe in merito poiché ritengo che prima di seguire una linea retta si debba avere un’informazione relativa a questo argomento molto più profonda che vada oltre al concetto “femminista anni 60” di libertà che tanto si pensa sia legato all’assunzione di contraccettivi. Vorrei ricordare al karolinska instituite che purtroppo ci sono donne affette da una patologia cronica chiamata endometriosi che sono costrettetre ad assumere questi contraccettivi a base di ormoni perché salvano loro la vita e non esagero nell’affermare questo.
    Cerchiamo sempre di scavare fino in fondo e di non sofffermarci solo su un’argomentazione superficiale.
    Cordiali saluti

    • Redazione

      dice su:
      05/05/2017 alle 16:00

      Cosa c’entrano le donne che sono malate e devono prendere certe sostante per uso terapeutico? Qui si parla di altro

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati