Attendere prego

Home Page > La Buona Notizia > La Buona Notizia #706: Gaystapo sconfitta in Massachusetts
cassazione_utero in affitto_sentenza_buona notizia

Un giudice del distretto federale del Massachusetts ci dà occasione di scrivere la Buona Notizia di oggi.

Ha infatti respinto l’istanza della Gaystapo internazionale (incarnata in un’associazione LGBT ugandese) che aveva denunciato il pastore Scott Lively per “crimini contro l’umanità”, poiché predicava la morale cristiana sulla sessualità, sulla famiglia e sull’omosessualità, in terra di missione, in Uganda.

In realtà il giudice, apertamente sostenitore dell’agenda LGBTQIA(…),  ci ha provato, per 5 anni, a condannare Lively, ma alla fine ha dovuto arrendersi per non aver potuto trovare uno straccio di prova contro il pastore.

Invece, le prove hanno dimostrato che Lively, in un paese dove l’omosessualità è stata illegale per decenni, si è sempre rapportato con le  persone LGBT con massimo rispetto della loro dignità. Anzi, pur predicando la morale naturale, ha sempre criticato le leggi repressive nei confronti delle persone a causa del loro orientamento sessuale e ne auspicava il cambiamento.

Insomma ribadiva che la società umana è centrata, fondata,  sulla famiglia, e che deve rispettare le persone, qualsiasi sia il loro orientamento sessuale, ma non può normalizzare l’omosessualità.

Nonostante l’odio e l’ostilità che si sono scatenati contro di lui in questi cinque anni, Lively non ha mai fatto marcia indietro: è stato vittima di “bullismo internazionale” da parte di gruppi di attivisti omosessuali ed estremisti di sinistra, che – secondo le fonti citate da LifeSiteNews – sarebbero correlati al magnate George Soros.

Accusare un pastore missionario come Scott Lively di ‘crimini contro l’umanità’ è più che ridicolo.  Ma la Gaystapo, si sa, non ha molto senso dell’umorismo.

Redazione

Fonte: LifeSiteNews


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza… la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati