Attendere prego

Home Page > Aborto > La Buona Notizia #785 – Si salva dall’aborto: è G. Depardieu
Gerard_Depardieu_aborto_buona-notizia

La Buona Notizia di oggi è particolare: tutti conosciamo l’attore Gerard Depardieu, o perché abbiamo visto qualche suo film, oppure perché lo abbiamo sentito nominare. In pochi conoscono tuttavia la sua storia, che è quella di un sopravvissuto l’aborto.

È vero, a livello personale Depardieu può non costituire un modello di vita. Eppure, sotto il profilo professionale, è un attore apprezzato dal pubblico e dalla critica… che potrebbe non esserci mai stato. Nel suo libro autobiografico, dal titolo Innocent, l’attore di origini francesi – classe 1948 – scrive infatti: «Sin da subito volevano che sapessi che ero un incidente nell’utero di mia madre. Sono sopravvissuto ai ferri dell’uncinetto. Io ero felice di stare lì, ho sempre vissuto la mia vita come un regalo per gli altri».

Un sopravvissuto, un innocente: la vita ha avuto la meglio sulla morte. Ma quanti bambini non hanno la stessa fortuna e vengono uccisi nel grembo materno (siamo sulla cifra di un piccolo ucciso ogni cinque minuti!)? Depardieu ha avuto fortuna o, in ottica confessionale, è stato protetto dal Padre.

Di certo il fatto di non essere stato desiderato e di sapere che sua madre aveva tentato di ucciderlo non sarà stato facile da elaborare per l’attore e magari – non è dato di sapere – si tratta per lui di una ferita ancora aperta. Scrive ancora l’autore nel suo libro: «Mi considero un po’ come un gatto che qualcuno prova ad annegare, ma che riesce a farla franca e si ritrova da solo in una banca. Sarei potuto diventare un gatto randagio, invece ho tratto vantaggio dall’infinita libertà che mi era stata data per aprire bene gli occhi e osservare quello che mi circondava».

L’aborto uccide una vita. L’aborto uccide una mamma e un papà. L’aborto è un danno per l’intera società. La vita è invece la vera vittoria. E Depardieu ha vinto: è sopravvissuto e ha portato frutto nel mondo (… non solo cinematografico).

A domani, con un’altra Buona Notizia!

Redazione

Fonte: YouMovies


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza… la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati