Attendere prego

Home Page > Notizie dal mondo > Pakistan: Asia Bibi già all’estero?
Asia-Bibi

Asia Bibi avrebbe finalmente lasciato il Pakistan. La donna accusata di blasfemia e assolta definitivamente lo scorso ottobre, dopo nove anni di carcere, sarebbe ormai all’estero con la famiglia. Lo riferisce Asia News, citando una fonte anonima del Ministero degli Esteri pakistano. «Asia Bibi ha lasciato il Paese. Ella è una donna libera e si è messa in viaggio di sua spontanea volontà», ha affermato la fonte.

La voce del buon senso Non è nota quale sia la destinazione di Asia Bibi; nei mesi scorsi, comunque, si era parlato insistentemente di una disponibilità del Canada ad accoglierla. Anche dopo la sentenza di assoluzione, emessa dalla Corte Suprema lo scorso 31 ottobre, il destino della donna rimaneva oltremodo incerto e pieno di insidie. Le massicce proteste dei fondamentalisti avevano paralizzato parecchie città pakistane, costringendo il governo a misure di sicurezza straordinarie. Non erano mancate minacce di morte ai giudici della Corte Suprema e all’avvocato della donna, Saiful Malook, che successivamente aveva lasciato il Paese alla volta del Canada, così come le figlie di Asia Bibi, che già da tempo avevano ricevuto asilo politico.

Nel frattempo, la Corte Suprema, cedendo alle pressioni degli estremisti aveva concesso la revisione del verdetto, mentre all’imputata, ormai assolta, non era stato permesso di lasciare il Paese. Il 29 gennaio scorso la svolta definitiva: la Corte Suprema ha confermato l’assoluzione di Asia Bibi, rigettando così il ricorso dei fondamentalisti e riconoscendo alla donna il diritto a lasciare il Pakistan. Subito dopo la sentenza, Asia Bibi e il marito erano stati assegnati a una località segreta, per motivi di sicurezza.

Avevano giocato a favore dell’assoluzione definitiva di Asia Bibi le testimonianze discordanti e una denuncia presentata solo cinque giorni dopo l’incidente: tutti elementi che avevano lasciato pensare ad accuse capziose e fittizie.

Mancava ormai soltanto l’espatrio per Asia Bibi e il marito: sempre per motivi di sicurezza, il governo pakistano ha vigilato perché si mantenesse la massima discrezione. Se la notizia sarà confermata, è comunque verosimile che non saranno rivelate né la data della partenza, né la destinazione della coppia.

Luca Marcolivio

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati