Attendere prego

Home Page > Gender > Per “parità mestruale”, assorbenti igienici nei bagni dei maschi
assorbente_tampone_mestruazioni_maschi_femmine

“Parità mestruale”: anche i maschi, per il principio di uguaglianza, possono avere le mestruazioni.

Jonaton Von Maren, su LifeSiteNews, dice che è ridicolo, dice che nessuna persona sana di mente può accettare questa assurdità.

Gli attivisti Lgbt, invece, in diverse università americane, hanno fatto ufficiale richiesta che anche nei bagni dei maschi siano installati distributori di assorbenti igienici, perché, appunto, anche i maschi possono avere le mestruazioni.

La voce del buon senso E alcune università hanno già assecondato detta richiesta, come la Cornell University e la Syracuse University. La portavoce del campus dell’Università del Wisconsin-Madison, invece, ha fatto notare trionfalisticamente che da loro i maschi potevano trovare i tamponi igienici nel bagno fin dal 2017. E l’esperimento è tanto ben riuscito che finora non c’è stata alcuna protesta e non si è verificato alcun problema. E così il campus si mostra davvero inclusivo rispetto all’ampio spettro di identità di generi in cui gli student* (a questo punto l’asterisco è d’obbligo) si riconoscono. Anche l’Università dell’Arkansas ha approvato il Menstrual Equity for All Act: se l’università ha il dovere di creare un accesso equo all’istruzione, deve anche dare la possibilità a tutti di gestire l’igiene mestruale, senza discriminazioni.

Abbiamo già il dovere di riconoscere che anche i maschi possono essere “in stato di gravidanza” e che esistono dei “peni femminili” (come quello di Luxuria, per intenderci). È ovvio che dobbiamo riconoscere anche il diritto alle mestruazioni per tutti.

Lo considerate assurdo o ridicolo? Ebbene, attenti: perché riderci sopra è anche pericoloso. Per una risata si può finire in galera, come quell’operaio edile di nome Graham Spiers arrestato e multato pesantemente per aver riso di un maschio travestito (evidentemente male) che si presentava come donna.

Del resto lo abbiamo già detto: chi pensa che l’idea di una donna con un pene o di un uomo con un utero sia strana è affetto da odiosa bigotteria di conservatore fascistoide.

Alba Mustela

Fonte: LifeSiteNews 1, Lifesitenews 2

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati