Attendere prego

Home Page > Aborto > Unicef pro aborto (si cura solo di bambini grandi…)
Unicef, bambini, aborto

Dell’ONU e delle sue agenzie, Unicef compresa,  purtroppo ormai imparato che bisogna dubitare: la cultura della morte le pervade da tempo e loro la propagandano con gran spreco di quei danari che in teoria dovrebbero essere destinati a ridurre gli squilibri sociali e le povertà che affliggono ancora troppi Paesi nel mondo.

L’Unicef, per esempio esorta i governi a promuovere i diritti dell’infanzia… depenalizzando l’aborto.

Ultimamente una reprimenda dell’Unicef è stata indirizzata allo stato centramericano di Panama che dal ’90 ha ratificato la  Convenzione sui diritti dell’infanzia, ma – secondo l’Unicef – non la rispetta: c’era un progetto dilegge – il n.61 – che si è arenato e che va rilanciato perché avrebbe messo in atto politiche pubbliche di “educazione integrale, attenzione e promozione della salute”.

In particolare, bisogna che si adoperi a prevenire le infezioni precoci in gravidanza.

E come? – si potrebbe chiedere un ingenuo Lettore.

Ma è chiaro! Innanzi tutto, dice l’Unicef, bisogna depenalizzare l’aborto “in tutti i casi” (oggi è legale solo se serve a salvare la vita della madre o se la gravidanza è frutto di stupro), e poi “garantire agli adolescenti un facile accesso a contraccettivi a basso costo”.

Contraddicendo anche se stessa – che in occasione dell’iniziativa “I mille giorni d’oro” sottolineava quanto sia importante il nutrimento per gli esseri umani sin dai primi istanti di vita nel grembo materno – i bambini che meritano protezione, l’infanzia i cui diritti vanno promossi e tutelati per l’Unicef sono quelli da una certa età in poi. Quando sono piccoli e invisibili perché si celano nel grembo materno, evidentemente, i bambini per l’Unicef non esistono, perciò non hanno diritti.

Redazione

PS: Poi forse qualcuno dovrebbe spiegare all’Unicef che l’aborto sia in pillole che chirurgico è causa di gravi e ricorrenti infezioni per le madri che lo praticano. Ma forse, all’Unicef, della salute delle donne interessa poco. Eh già: se son donne non sono bambini…

Fonte: Agenzia Nova

 


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

Un Commento, RSS

  • Carmela Mastrangelo

    dice su:
    13/02/2018 alle 16:22

    Ma perché non si può informare la gente sulla doppiezza dell’ Unicef e sulla necessità di dare ad altri Enti tutti i soldi che vengono dati all’Unicef con la falsa speranza che se ne gioveranno dei bambini. E’ una cosa veramente scandalosa.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati