Attendere prego

Home Page > Aborto > 40 Days for Life – 40 Giorni per la Vita, presto anche a Roma
40-days_giorni_per -la-Vita_ aborto_preghiera

Rilanciamo l’invito che ci hanno fatto gli Universitari per la Vita, che si sono già presentati ai nostri lettori qualche tempo fa. 

Nel 2004, grazie al coraggio ed all’eroismo di un pro life del Texas, David Bereit, nascevano i 40 Days for Life (40 Giorni per la Vita), una sorta di maratona di preghiera divenuta un evento mondiale.

David Bereit, mai avrebbe immaginato la diffusione eccezionale dell’iniziativa: all’inizio il suo intento era solo quello di far chiudere la clinica di Planned Parenthood, aperta in Texas in quel periodo, iniziando con un’ora di preghiera.

Nei successivi due anni e mezzo, l’iniziativa è stata diffusa in altre sei città; la prima campagna nazionale, nel 2007, ha coinvolto 80 città in 30 Stati americani.

Durante una campagna nel 2009, Abby Johnson, direttrice della clinica Planned Parenthood in Texas, divenne un’attivista, strenuamente i pegnata per la vita. Era stata chiamata ad assistere all’aborto di un bambino di 13 settimane: da quel momento, si rese conto del terribile inganno, perché vide che il bambino si contorceva e cercava di sfuggire alla morte.

Solo la verità, può far cadere il velo di mistificazione e mostrare la crudele realtà.

Dal 2007 fino ad oggi, i 40 Days for Life hanno salvato la vita a 11.796 bambini (per non parlare delle mamme salvate dal rimorso e dalla sindrome post abortiva), coinvolto più di 750.000 persone, condotto 4.168 campagne in 636 città.

Uno degli aspetti più importanti, è che sono soprattutto giovani e studenti universitari a partecipare alle campagne locali.

Nel sito degli Students For Life, tra le varie iniziative presentate per combattere l’aborto, c’è proprio quella di condurre e partecipare ad una campagna.

I 40 Days for Life, purtroppo, ancora non sono arrivati in Italia.

Ma questo potrebbe essere un inizio: parlando con Robert Colquhoun, Direttore Internazionale e leader della campagna dei 40 Days a Londra, ci siamo resi conto dell’importanza di iniziare in piccolo, anche noi, dei momenti di preghiera, che nel corso del tempo possano diventare di 40 giorni ininterrotti, come accade in altri Paesi del mondo ( i volontari si alternano e pregano giorno e notte!)

Ed ecco che anche in Italia, abbiamo organizzato un evento in armonia con i 40 Days for Life: segno che si vuole iniziare un’esperienza di preghiera sistematica e costante.

L’evento sarà a Roma il 6 Maggio, davanti all’Ospedale S. Eugenio (Piazzale dell’Umanesimo 10) dalle 11 alle ore 13, orario in cui le donne si recano per abortire.

Sarà presente Robert Colquhoun, con il suo incoraggiamento ed esperienza nell’aver introdotto e guidato campagne di preghiera a Londra.

Invitiamo tutti, ma specialmente i gruppi giovanili e parrocchiali, uniti alle cappellanie universitarie a prendere parte a quest’evento.

Invitiamo inoltre tutti quelli che già si impegnano nella preghiera per la vita – come Ora et Labora in Difesa della Vita, come la Comunità Papa Giovanni XXIII, come il Comitato NO 194, ad unirsi – se non fisicamente – almeno spiritualmente a noi.

La bellezza e l’importanza dei 40 Days for Life è quella di stabilire una connessione tra pro life di diverse parti del mondo: pregare nello stesso periodo dell’anno e per una medesima causa, è segno di unità e dà coraggio.

Tutti coloro che temono o credono di essere soli in questa battaglia, visitino il sito 40daysforlife.org e guardino i video dei volontari che giorno e notte pregano.

Si ricrederanno.

Chiara Chiessi


DONA IL TUO IL 5×1000 A PROVITA! Compila il modulo 730, il CUD oppure il Modello Unico e nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale e delle associazioni di promozione sociale”” indica il codice fiscale di ProVita: 94040860226

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Un Commento, RSS

  • Avv. Pietro Guerini - Presidente Comitato NO194

    dice su:
    21/04/2016 alle 21:22

    Bravissimi . Li invito ad aderire al nostro comitato , attraverso il sito http://www.no194.org , per unirsi a noi in una battaglia concreta , consapevole della drammaticità del fenomeno , giuridicamente attrezzata e non banale e meramente demagogica , per un’abrogazione referendaria della legge 194 . Siamo quasi 30.000 iscritti in tutta Italia .

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati