Attendere prego

Home Page > Dicono di noi > Bugie contro ProVita e Komov per attaccare vita e famiglia
Komov_convegno_Verona

La collaborazione tra ProVita ed Alexey Komov sui temi della vita e della famiglia è nota. Così come ben conosciute sono le attività e le conferenze che abbiamo organizzato insieme a lui, in giro per l’Italia (l’ultimo ciclo si è concluso da poco).

Le nostre battaglie a favore della famiglia naturale e della vita e le nostre osservazioni sulla politica prolife della Russia evidentemente non piacciono a certi ambienti.

E così abbiamo saputo che alcuni ci accusano di spacciare Komov come ambasciatore all’Onu del Congresso Mondiale delle Famiglie, quando in realtà non sarebbe affatto vero. In pratica saremmo solo dei millantatori in cerca di notorietà. Komov sarebbe solo un signor nessuno, magari al soldo di Vladimir Putin.

Ebbene, siccome non siamo dei falsari, non accettiamo che qualcuno metta in dubbio la nostra onestà. Anche perché lo scopo finale dei nostri detrattori è penalizzare e pregiudicare la nostra mission per la vita e per la famiglia.

Ora, dato che noi crediamo davvero in quello che facciamo e ci sta a cuore la buona battaglia, vi forniamo alcune prove con cui confutiamo i nostri detrattori e dimostriamo la nostra sincerità. A mentire non siamo noi, ma loro.

1) Cliccando qui è possibile visionare la nomina di Komov ad ambasciatore presso le Nazioni Unite, firmata da Larry Jacobs, Managing Director del Congresso Mondiale delle Famiglie (WCF).

2) Per dimostrare che da anni si occupa di questi temi, qui c’è la Newsletter del WCF di novembre 2010: la biografia di Komov sta a pag. 5, mentre già dalla prima pagina si parla delle sue attività.

3) Qui la Newsletter del WCF di agosto 2011, dedicata al Moscow Demographic Summit, evento organizzato proprio da Komov.

4) Qui la Newsletter del WCF di giugno 2012, dove si parla delle attività di Komov alle pp. 6-7.

5) Qui sotto infine potete vedere la foto della business card che Komov ha in qualità di ambasciatore all’Onu del Congresso Mondiale delle Famiglie.

Komov_Congresso-Mondiale-delle-famiglie_Onu_vita_famiglia

Speriamo di aver fugato ogni dubbio e messo a tacere ogni malevola illazione. Del resto, è sempre così: quando non si hanno argomenti forti, si cerca di screditare l’avversario attraverso le bugie…

Avanti per la famiglia e per la vita!

Redazione

Sostieni Pro Vita

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

3 Commenti, RSS

  • Marco Cacco

    dice su:
    01/03/2016 alle 16:22

    Tutto sta nella preposizione: non è ambasciatore dell’Onu, ma “all’Onu”.
    Sostanzialmente non ha alcun legame con l’Onu, ma è ambasciatore del WCF quando nei confronti dell’ONU.

    Però non mi risulta siano riconosciuti ambasciatori permanenti delle associazioni all’Onu (anche perché non tutte le associazioni li chiamano ambasciatori, visto che possono essere considerati rappresentanti, membri, ecc.)

    Purtroppo c’è chi ha mal interpretato pensando voleste spacciare Komov per ambasciatore Onu, cosa che ovviamente non è.

  • Marco Cacco

    dice su:
    02/03/2016 alle 17:08

    Facendo una ricerca nel database delle oltre 38 mila associazioni accreditate presso le Nazioni Unite, WCF non risulta essere presente.
    Quindi la World Congress of Families ha conferito l’incarico di “ambasciatore” presso un organismo senza essere neppure tra le associazioni accreditate? Com’è possibile?

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati