Attendere prego

Home Page > Giurisprudenza e Amministrazione > Consulta, non illegittimo divieto Pma per coppie gay. Brandi e Coghe: «Bene Corte Costituzionale: i figli non sono oggetti»
Costituzione_adozioni Gay_Corte-Costituzionle_adozioni-gay_legge-40_obiezione di cascienza_consulta

COMUNICATO STAMPA

Consulta, non illegittimo divieto Pma per coppie gay

Brandi e Coghe (Congresso delle Famiglie):
«Bene Corte Costituzionale: i figli non sono oggetti»

 

Roma, 19 giugno 2019

«Verità e giustizia sono arrivate. Nel pronunciamento della Corte Costituzionale, che avrebbe ribadito che non esiste un diritto assoluto alla genitorialità delle coppie gay, vediamo concretizzate le nostre istanze a difesa del diritto dei minori, che viene sempre prima dei desideri bizzarri e delle voglie capricciose degli adulti». Così gli organizzatori del Congresso Mondiale delle famiglie, Toni Brandi e Jacopo Coghe, alla guida dell’onlus Pro Vita & Famiglia.

«Va rifiutato però a questo punto il principio stesso della Pma, che significa creare in laboratorio bambini calpestando il loro diritto a non essere trattati come prodotti, e questo sia che si tratti di coppie omosessuali o no», hanno aggiunto Brandi e Coghe.

Ufficio Stampa di Pro Vita & Famiglia
e del Congresso Mondiale delle Famiglie

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Un Commento, RSS

  • Giuseppina Di Lorenzo

    dice su:
    19/06/2019 alle 15:15

    Contentissima della sentenza. Finalmente prevale la saggezza e il rispetto per l’essere umano che non è oggetto per soddisfare i propri piaceri.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati