Attendere prego

Home Page > Fine Vita > Faremo morire di fame e di sete anche i bambini!
eutanasia_infantil_Belgio_Olanda

In Italia, anche i bambini potranno essere uccisi per fame e disidratazione, senza nemmeno il loro consenso.

Questa sarebbe  una delle conseguenze dell’introduzione della legge sulle DAT che è in esame al Senato.

Una delle conseguenze terribili nascoste nel disegno di legge sul testamento biologico: bisogna leggere con attenzione il testo. Uno dei punti più oscuri del disegno di legge è che sarà possibile far morire anziani, disabili e anche i bambini di disidratazione e  senza il loro consenso, se il loro rappresentante legale così vuole, e senza che il medico possa intervenire subito per applicare le eventuali cure necessarie.

ProVita ha condotto in queste ultime settimane importanti campagne contro un disegno di legge che vorrebbe rendere il diritto alla vita “rinunciabile”, quando non lo è nemmeno il diritto alle ferie e al riposo settimanale da parte di un lavoratore!

Con il testamento biologico (DAT), una persona che non conosce l’ABC della medicina potrebbe obbligare il medico ad ucciderla, solo per il timore di trovarsi in situazioni future che può soltanto vagamente immaginarsi. Chi è in grado di sapere con certezza come reagirà e cosa desidererà quando e se si trovasse coinvolto in una disgrazia?

vita_eutanasia_sensoAbbiamo appena realizzato nella prestigiosa sala della Stampa Estera a Roma una conferenza stampa, portando dal Canada una testimone di eccezione: l’ex infermiera Kristina Hodgetts, che ha raccontato come ormai nel suo Paese far morire i pazienti di disidratazione sia diventata un’abitudine ed ha spiegato che  lo stesso può accadere in Italia: la legge del piano inclinato è ineluttabile, e la morte dilaga: è comprovato. E ne fanno le spese le persone più vulnerabili: anziani, disabili, bambini.

Bisogna agire ora.

Stiamo facendo di tutto per avere risonanza sui media e per farci sentire in Senato: ma abbiamo bisogno del tuo aiuto. Sarebbe possibile fermare questo disegno di legge anche solo rallentando il suo iter, vista l’incertezza circa le prossime elezioni.

Non nascondo però che ProVita ha fatto un enorme sforzo economico in questi mesi per realizzare manifesti murali, sit-in, per sostenere i costi logistici per far venire Kristina in Italia e per le conferenze stampa, per i video – puoi vedere qui l’ultimo -, campagne mobili segway, ecc. ecc.: rischiamo di non poter continuare a combattere per la vita senza una tua donazione.eutanasia-infantile_Belgio_petizione_bambini

Puoi fare una donazione ricorrente (consigliato) oppure donare ora un contributo qualsiasi per proteggere il diritto alla vita dei più fragili?

Abbiamo in programma ancora diverse azioni: sensibilizzazione dei politici, audizioni al Senato, realizzazione di altro materiale audio-visivo…

Noi combatteremo fino alla fine, soprattutto per i nostri bambini.

La morte per disidratazione è orribile. Tutte le membrane si asciugano lentamente: la bocca, il naso, i polmoni, i reni, inariditi, si spaccano. Un’agonia che può durare fino a 15 giorni e non c’è certezza che la morfina tolga del tutto il dolore

Vogliamo che muoiano così le persone male informate dalla cultura della morte e gli anziani e i disabili e i bambini i cui rappresentanti abbiano subito un tale lavaggio del cervello?

Noi no. Per questo facciamo tutto il possibile per informare e far riflettere: aiutaci, ora, con una donazione, qualsiasi essa sia.

Ci tengo a ringraziarvi tutti in anticipo, cari Lettori,  perché sono certo che posso contare sulla vostra generosità!

Toni Brandi


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati