Attendere prego

Home Page > Notizie dall’Italia > Gay & affini indignati dal Sindaco di Prevalle (BS)
gender_gay_Prevalle_obiezione di coscienza

Il sindaco leghista di Prevalle, in provincia di Brescia, Amilcare Ziglioli sfida il politicamente corretto con coraggio e determinazione, facendo imbestialire la lobby gay e i soliti noti.

Aveva dichiarato pubblicamente di non voler subire influenza dell’ideologia gender (lo aveva scritto sui pannelli luminosi lungo le vie del paese), ha inaugurato uno sportello per i genitori che volessero denunciare tentativi di indottrinamento LGBTQIA(…) [lesbiche , gay, bisessuali, transessuali, intersessuali, asessuali. I puntini stanno per tutti gli altri generi infiniti che esistono oltre questi], gestito da un’insegnante locale.

«Non siamo omofobi, ma non vogliamo che certe teorie entrino nelle nostre scuole e vengano insegnate ai nostri ragazzi» ha detto al Corsera.

In passato si è in diverse occasioni mostrato un tipo che non ha paura d’andare apertamente controcorrente, nonostante – per coincidenza-  gli abbiano anche  bruciato la macchina, la scorsa primavera.

Ora ha sollevato obiezione di coscienza alla celebrazione dell’unione civile di due gay del paese.  «La mia cultura e la mia posizione non sono in linea con queste celebrazioni, ma la legge ci chiede questo e quindi qualcuno celebrerà. Io però avrei detto no» spiega Ziglioli al Corsera.

Poiché sul web l’ira funesta della lobby gay si è scatenata contro il coraggioso Sindaco (e la Gaystapo non ci va mica leggera…), noi di ProVita gli esterniamo la nostra solidarietà.

Bravo Ziglioli: un sindaco libero.

Redazione


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati