Attendere prego

Home Page > Aborto > L’idea di Borgognoni: nasce Giornalisti per la Vita
vita_giornalisti

I professionisti dell’informazione e della comunicazione a difesa e sostegno della vita, riuniti in un’unica realtà. È questa la proposta della giornalista freelance Laura Borgognoni, che sta lanciando in questi giorni l’idea di Giornalisti per la Vita.

La voce del buon senso «Negli ultimi mesi», spiega la Borgognoni, «sono sorti numerosi movimenti e associazioni di questo genere: laici, cattolici, universitari, genitori, giuristi. Giornalisti per la Vita vuole quindi affiancarsi a questi, raggruppando i professionisti del settore interessati a svegliare le coscienze e diffondere la cultura della vita contro l’imperversare della cultura della morte». Laura ha creato una pagina Facebook e ha in questi giorni reso pubblico un indirizzo email (giornalistiperlavita@gmail.com) a disposizione di tutti i professionisti per mettersi in contatto, partecipare e far crescere questa neonata realtà.

Secondo la giornalista in questo modo sarà possibile, per il mondo dell’informazione, «lavorare affinché la legge 194, se proprio deve esiste, venga applicata nella sua totalità e non ignorando sistematicamente i suoi primi tre articoli»*, così come affrontare le battaglie per la vita, in particolare oggi per impedire che «l’eugenismo non si affermi anche nel nostro Paese come sta avvenendo in molte nazioni europee, imponendo di fatto l’eutanasia di Stato».

La volontà di creare Giornalisti per la Vita nasce dunque dalla volontà di instaurare e incrementare, nel mondo della comunicazione, una pluralità di informazione «che manca, poiché troppo spesso l’opinione pubblica rimane nelle mani di chi ha sposato per convinzione o per convenienza la dittatura del pensiero unico». Per adesso, come ha affermato Laura Borgognoni, la realtà di «Giornalisti per la Vita è un ‘embrione’, ma diventerà un’associazione o un movimento che possa confrontarsi e farsi strumento per trasformare la nostra società e recuperare i valori etici e morali necessari a sancire la sacralità della vita».

Salvatore Tropea

* Pro Vita & Famiglia ribadisce che l’applicazione della prima parte della 194 può andar bene come obbiettivo a breve termine. Ma il nostro obiettivo a lungo termine è che la 194 sia abrogata in toto, in quanto legge ingiusta, pessima, inemendabile.

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 4,25 out of 5)
Loading...

3 Commenti, RSS

  • Emanuele Pagano

    dice su:
    23/05/2019 alle 08:36

    Ottima iniziativa. Che Dio vi assista, perché la guerra per la verità e per la civiltà è appena iniziata.

  • MARIA INVERNIZZI

    dice su:
    23/05/2019 alle 17:17

    Ottima idea! Se le associazioni provita riuscissero a organizzarsi ed essere più unite, pur mantenendo le proprie peculiarità, risulterebbero certamente più visibili e incisive nella società.

  • ignazio La Gona

    dice su:
    31/05/2019 alle 13:59

    Avete la mia approvazione ed il mio sostegno.
    Farò ciò che posso per diffondere.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati