Attendere prego

Home Page > Aborto > Michelino: uno di noi
Michelino_bambino_embrione

Tutti i nostri figli ci hanno sempre chiesto, con vivace curiosità, di sapere come fossero nella pancia della mamma: quanto fossero piccoli, se avessero già i capelli, se il loro cuoricino battesse… Uno dei nostri figli è stato anche colto in flagrante durante l’ecografia: si stava ciucciando il dito.

La voce del buon senso Sui libri di scienze dei nostri bambini ci sono le immagini dell’embrione che si sviluppa nella pancia della mamma durante le 40 settimane di gestazione. Bene, oggi il pensiero unico dominante ritiene che la foto del piccolo Michelino (modellino di un umano alla dodicesima settimana di gestazione) sia una terribile immagine horror, una di quelle scene da censurare e dalle quali proteggere gli occhi, la mente e l’anima di un bambino innocente per non turbare i suoi sogni… il tutto mentre quotidianamente le nostre strade e città sono tappezzate e imbrattate di immagini pubblicitarie che sfiorano la pornografia, di spettacoli macabri, di film horror in proiezione al cinema, di scene contronatura e chi più ne ha più ne metta!

Dov’è lo scandalo nel processo naturale? Dov’è l’horror nel mostrare con immagini scientifiche che un bambino si muove, mangia, ride e cresce nel ventre di sua madre? Il dato di realtà è divenuto un’arma pericolosa da mettere a tacere, da ridicolizzare, mentre l’agenda ideologica che avvelena le nostre menti uno strumento di emancipazione.

Beh, cari seminatori di menzogne, Michelino è uno di noi, che vi piaccia o meno! Voi siete stati così, io sono stato così, ogni essere umano dovrà sempre essere prima così!

Jacopo Coghe

Sostieni Pro Vita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati