Attendere prego

Home Page > Campagne > ProVita e Giuristi per la Vita denunciano le Femen e la Innocenzi
femen_denuncia_ProVita_GpV

Le cosiddette Femen sono l’espressione del nichilismo distruttivo di tutto ciò che è considerato un valore: la Vita, la pace, la serenità personale, la crescita equilibrata in una famiglia e la sensibilità religiosa.

Negli ultimi giorni, hanno dato spettacolo (osceno) dapprima in televisione e poi in Piazza San Pietro.

Giovedì 13 novembre al programma “Announo” hanno rivolto al Papa ed alla Chiesa Cattolica espressioni oscene, blasfeme e oltraggiose.

La giornalista conduttrice dello show, Giulia Innocenzi, ha rivendicato la scelta editoriale:

“Erano le Femen e io sono molto orgogliosa di averle potute ospitare. Questa è la bellezza della libertà d’espressione.”

La stessa -per dirla con le parole della Innocenzi- “libertà d’espressione” le Femen l’hanno esercitata in piazza San Pietro, in una scenetta sacrilega, con dei crocefissi maneggiati in modo indicibile, con i soliti insulti e le solite offese, gridate finché non sono state portate via di peso dalle Forze dell’Ordine.

Spettacoli analoghi non sono tollerabili!

E poiché, come abbiamo già scritto, NON E’ POSSIBILE TACERE, ProVita e i Giuristi per la Vita hanno presentato alla Procura della Repubblica una denuncia contro le attricette (prezzolate) del gruppo Femen, la giornalista Giulia Innocenzi e tutti i soggetti responsabili della programmazione e messa in onda della puntata di Announo per il reato di offesa ad una confessione religiosa mediante vilipendio di persone (art. 403 Codice Penale) e per offesa ad una confessione religiosa mediante vilipendio di cose (art. 404 Codice Penale).

SCARICA IL TESTO DELLA DENUNCIA!

Qualcuno deve alzare la voce di fronte a questi indegni spettacoli che offendono non solo la religione, ma il senso della decenza, della civiltà,  e il decoro della nostra cultura millenaria.

Redazione

—-> Leggi il comunicato stampa di ProVita e Giuristi per la Vita

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Articoli Correlati