Attendere prego

Home Page > Notizie dall’Italia > Sospeso per il documentario sull’aborto. Ora parla il professore
professore religione_video_aborto_dichiarazioni

Emergono i retroscena della vicenda che ha visto coinvolto un professore di religione di Milano sospeso per aver mostrato in classe ai suoi alunni un documentario sull’ aborto .

Il Preside dell’Istituto scolastico ha sospeso dal servizio il docente e la Curia ha diramato un comunicato stampa, annunciando l’avvio della procedura di revoca dell’idoneità all’insegnamento.

Sentito dal quotidiano Il Giorno, il professore spiega la sua versione dei fatti:

“Quel giorno avevo chiesto se negli ultimi 20 minuti volessero vedere un video, avvertendo i ragazzi del contenuto e che c’erano immagini di forte impatto.”

“Durante la visione -prosegue il professore- si è introdotta una persona estranea alla scuola, che credo sia coinvolta in un progetto di corsi di recupero del Cardano, poi è uscita una delle mie alunne che è stata fermata da questa persona. Suonata l’ora ho notato che bloccava anche gli altri ragazzi e che mi dava del “prof terrorista”.”

I ragazzi durante la visione del documentario non ne sono rimasti traumatizzati ma assorti.

Nulla poteva lasciare immaginare quanto invece è accaduto la settimana successiva.

Il preside aveva convocato nei giorni precedenti genitori e studenti, senza dirmi nulla. Lì ho saputo che sarei stato sospeso.”

La sospensione ha la durata di una settimana a partire dalla giornata odierna.

In attesa degli sviluppi, il docente annuncia che la prossima settimana presenterà la sua difesa “poi la diocesi deciderà il mio destino”.

Una domanda sorge però spontanea: a fronte di tutto ciò che ai ragazzi viene mostrato, anche all’interno del contesto scolastico -e ricordiamo solo a livello esemplificativo il romanzo con accurate descrizioni pornografiche di rapporti sessuali tra due gay ed il materiale osceno distribuito dall’Arcigay con l’approvazione della classe docente-, perché la censura si abbatte solo su di un professore che ha voluto affrontare la verità dell’ aborto , all’interno di un percorso di lezioni incentrate sulla bioetica e rispondendo ad un interesse palesato dagli alunni?

Redazione

 

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

21 Commenti, RSS

  • Rosario

    dice su:
    02/12/2014 alle 20:37

    Sono esterrefatto
    Stiamo vicini al professore
    Ci siamo è arrivata l’ora della verità ……….

  • Alberto Speroni

    dice su:
    02/12/2014 alle 21:03

    “……..perché la censura si abbatte solo su di un professore che ha voluto affrontare la verità dell’ aborto , all’interno di un percorso di lezioni incentrate sulla bioetica e rispondendo ad un interesse palesato dagli alunni?”
    PERCHE’ I FIGLI DELLE TENEBRE SONO PIU’ SCALTRI DEI FIGLI DELLA LUCE! INFATTI IL DOCENTE VIENE ABBANDONATO PROPRIO DAI SUOI! CURIA DI MILANO..:VERGOGNATI!!!

  • Vincenzo Filippone

    dice su:
    02/12/2014 alle 22:47

    E una cosa terribile quando lobby gay al di sopra delle istituzioni fanno quello che vogliono: distruggendo la morale che ci insegna da 2000 anni .

  • Avv. Pietro Guerini

    dice su:
    02/12/2014 alle 23:42

    Nel pieno rispetto formale della decisione adottata dalla Curia di Milano , esprimo a titolo personale la mia solidarietà nei confronti dell’insegnante .
    La reazione delle 16nni in lacrime dopo aver assistito a quel filmato , che riproduce in modo assolutamente corrispondente alla realtà cosa sia un aborto , dimostra la consapevolezza del carattere cruento e della gravità di quel fatto , che non deve quindi essere legalizzato .
    Consapevolezza la cui diffusione rientra nei doveri di un insegnante di religione rispettoso dei dettami della dottrina cattolica e dotato di senso civico .
    Dalla natura indebita di quella legalizzazione la nostra iniziativa diretta all’abrogazione per via referendaria della l. 194 , iniziativa che conta già oltre 20000 iscritti ed alla quale si può aderire attraverso il sito http://www.no194.org .
    Siamo organizzati su tutto il territorio .
    Ringrazio la redazione .
    Avv. Pietro Guerini – Presidente nazionale comitato NO194

  • avv. Luca Campanotto

    dice su:
    02/12/2014 alle 23:42

    antidoto (PDF stampabile) all’abortofobia (anche ecclesiastica): https://www.notizieprovita.it/voce-della-scienza/vadevecum-sullaborto-procurato/

    • deborah

      dice su:
      03/12/2014 alle 00:36

      La curia che si vende al nemico? Mi auguro che i risvolti della faccenda abbiano un esito ben diverso. Preghiamo é speriamo che giustizia vera sia fatta

  • anna

    dice su:
    03/12/2014 alle 00:28

    Carissimo professore, sono con te. Alla fine la verità trionferà su tutto

  • Piergiorgio

    dice su:
    03/12/2014 alle 01:04

    Non posso credere che la curia gli revochi l’idoneità: equivarrebbe dire che è inutile l’insegnamento della religione, poiché esso si dovrebbe allineare al politicamente corretto. Allora non servirebbe più a nulla. Può essere ammonito per una modalità tutto sommato poco opportuna pedagogicamente ma nulla più. Se gli revocano l’idoneità é finita per l’insegnamento della religione!

  • mingardi lella

    dice su:
    03/12/2014 alle 08:04

    Perchè non vogliono la vera informazione ,ma la disinformazione.
    La scuola oggi altro non è che uno strumento in mano a chi ne ha aquisito il potere,per fare lavaggi di cervello.

  • Vittorio

    dice su:
    03/12/2014 alle 09:52

    Le recenti prese di posizione della Curia milanese (scuse per la lettera agli insegnanti di religione e sospensione per inidoneità pedagogica del professore del liceo Cardano dopo la proiezione del filmato sull’aborto) sono assai preoccupanti e fortemente destabilizzanti per tutti i cattolici praticanti e attivi nel campo dell’aiuto alla vita nascente. E questo lo affermo a chiare lettere come padre di famiglia numerosa (4 figli) felicemente sposato da 25 anni, come medico specialista dipendente del Centro di Aiuto alla Vita della Mangiagalli di Milano, come portavoce e vicepresidente dell’associazione Famiglie Numerose Cattoliche.
    Pregheremo in famiglia affinché la Curia milanese ritrovi lo slancio e il coraggio necessari per testimoniare a favore della vita nascente, senza alcun compromesso o sconto al Male. Che il nostro parlare sia sempre sì, sì e no, no.

  • Fabio Trezzi

    dice su:
    03/12/2014 alle 13:24

    Si può fare una mail di solidarietà da inviare (che noi sottoscriviamo o copiamo e mandiamo) al prof con in copia la Curia milanese?

    • gioele

      dice su:
      03/12/2014 alle 19:00

      sarebbe un’ottima idea

  • domenico Gallo

    dice su:
    03/12/2014 alle 15:34

    Mi vengono in mente alcuni passi dell’Apocalisse di San Giovanni… quelli in cui il Signore rimprovera alcune chiese ed il loro angelo.In particolare quella che riguarda l’angelo della chiesa di Loadicea… La rimprovera di essere troppo tiepida e per questo “vomita dalla sua bocca”. Qui credo che la cosa sia anche più grave. Raccomandiamo con forza al Signore la Curia milanese…

  • Maria

    dice su:
    03/12/2014 alle 15:50

    La massoneria è già arrivata anche in Curia a Milano?
    Solo con l’unità e la preghiera potremo combatterla,il maligno non vincerà!

  • Alberto Buizza

    dice su:
    03/12/2014 alle 17:25

    Anch’io anni fa da educatore nel mio Oratorio di un gruppo di giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni feci vedere il filmato dal titolo “l’urlo silenzioso”. Diversi ragazzi che avevano un opinione favorevole all’aborto cambiarono drasticamente idea. Vero è che informammo prima i genitori circa la proiezione del filmato. Cmq ancor oggi si ricordano e mi ringraziano per averli informati/e .

  • gianna

    dice su:
    03/12/2014 alle 18:17

    Caro Professore, siamo tutti con te.
    “Beati voi quando sarete perseguitati a causa del mio nome….”
    L’ora delle tenebre è arrivata e l’anticristo è annidato dentro la Chiesa ma le forze del male non prevarranno.
    Curia rifletti!!!!

  • Monica

    dice su:
    03/12/2014 alle 22:33

    Anch’io esprimo solidarieta’ al professore. Da volontaria del CAV ho preso parte a incontri nelle scuole elementari dove facevamo vedere il filmato “il miracolo della vita”. Con il dovuto tatto e’ nostro dovere far conoscere la verita’ ai giovani. Ne va del loro futuro…

  • Filippo Gregoretti

    dice su:
    09/12/2014 alle 11:37

    Solidarietà al professore. Sono tempi folli.

  • Prof. Giorgio Nadali

    dice su:
    15/12/2014 alle 23:50

    Grazie a tutti per la vostra solidarietà. Farò ricorso al Cardinale Angelo Scola. Se volete potete inviare a lui i vostri commenti e a me in copia.
    Grazie ancora a tutti.
    Prof. Giorgio Nadali
    email: info@giorgionadali.it

    Card. Angelo Scola – Curia Arcivescovile – Piazza Fontana, 2 – 20122 Milano MI

  • Gabry

    dice su:
    18/12/2014 alle 19:20

    Sono colpita da tanta ingiustizia e sono profondamente vicina al professore, coinvolto in un equivoco !

  • enrico pagano

    dice su:
    14/01/2015 alle 12:40

    Assai mala tempora currunt …
    Preghiamo affinché l’intervento del Cardinale Scola risolva questa incresciosa situazione

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati