Attendere prego

Home Page > Campagne > UNAR: firma la petizione #chiudeteUNAR di ProVita!
UNAR_#chiudeteUNAR_post_sito_ProVita

Firma la petizione #chiudeteUNAR per chiedere l’immediata chiusura dell’UNAR alla Presidenza del Consiglio e al Presidente della Repubblica.

Roma, 3 febbraio 2018

Gentiloni ha nominato Manconi alla Presidenza dell’UNAR.

Ci sembra doveroso far giungere a Palazzo Chigi la nostra protesta. 

Manconi è tutto fuorché una persona super partes: senatore PD (anche se per le prossime elezioni pare sia stato silurato), schierato apertamente a favore delle adozioni gay e dell’utero in affitto, personaggio gradito alle lobby LGBTQIA(…) con cui condivide la visione distorta delle discriminazioni e la lotta strabica e fortemente lesiva dei diritti fondamentali di TUTTi gli esseri umani che va sotto la rubrica “omofobia”.

L’UNAR (Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali) si è da tempo mostrato per quello che è: un ufficio del Governo non soltanto inutile e pericoloso ma che sperpera soldi pubblici, destinandoli ad associazioni LGBT che promuovono orge gay e servizi sessuali gay a pagamento.

L’UNAR, che dovrebbe occuparsi solo di discriminazioni razziali e basate sull’origine etnica, ha da tempo violato i limiti delle sue competenze occupandosi di tematiche LGBT e promuovendo la teoria del gender nelle scuole. La sua famosa “strategia nazionale” diretta anche alle scuole, escludeva le associazioni di famiglie e genitori e includeva soltanto 29 associazioni LGBT. Ha anche preteso di censurare e plasmare il linguaggio dei giornalisti conformandolo ai dettami LGBT.

 

Firma anche tu!

 

Un servizio de Le Iene, lo scorso anno, proprio di questi tempi, ha rivelato che l’UNAR destinava fondi (più di 55 mila euro!) ad un’associazione gay che si dedicava alla promozione di orge gay, prostituzione, e pratiche sessuali estreme. ProVita Onlus, minacciando azioni legali, ha rivelato alla stampa il nome dell’associazione gay (l’ANDDOS) tenuto nascosto da Le Iene e il fatto che il direttore dell’UNAR, Francesco Spano, conosceva bene le attività dell’associazione. In seguito il direttore dell’UNAR si è dimesso.

Alla luce di tutto questo, e visto il nuovo presidente appena nominato, è legittimo e necessario tornare a  chiedere la chiusura di un ufficio (l’UNAR) che si è dimostrato così incompetente, inutile, pericoloso e dannoso, e che sperpera i soldi dei cittadini per destinarli alla promozione delle attività più ignobili.

Perciò firma anche tu e diffondi tra tutti i tuoi contatti la petizione #chiudeteUNAR lanciata da ProVita Onlus per chiedere al Presidente del Consiglio Gentiloni e al Presidente della Repubblica Mattarella la chiusura immediata dell’UNAR e la devoluzione dei fondi alle politiche per la famiglia.

 

Firma anche tu!

 

È anche possibile scaricare qui il modulo cartaceo per la raccolta manuale delle firme.

Redazione


Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 votes, average: 3,33 out of 5)
Loading...

17 Commenti, RSS

  • caterina gorgerino

    dice su:
    21/02/2017 alle 22:11

    Vi ringrazio,perché ci date la possibilità di manifestare la nostra indignazione.Che Dio benedica il vostro impegno.grazie

  • Serena Tesi

    dice su:
    21/02/2017 alle 22:52

    Firmato !!!

  • Anna Solimene

    dice su:
    23/02/2017 alle 06:28

    A favore della famiglia

  • ALBERTO Franzone

    dice su:
    23/02/2017 alle 16:54

    Chiudete l’UNAR

  • Annamaria Zardini

    dice su:
    28/02/2017 alle 09:00

    Salvate la famiglia chiudete subito l UNAR vi prego prima che sia troppo tardi l aria della DITTATURA sta soffiando ,.

    • Philippe Vietti

      dice su:
      28/07/2017 alle 00:43

      Già Sig.a Annamaria Zardini ha pienamente ragione!
      In effetti la dittatura stà già soffiando e alla grande come pure quella di Bruxelles… !!

  • val arc

    dice su:
    02/03/2017 alle 14:49

    GRAZIE. FIRMATO. Diffondiamo!

  • enzo antonietti

    dice su:
    04/04/2017 alle 10:44

    Grazie per quello che fate ma in questa Europa della dittatura del pensiero unico purtroppo è realista aspettarsi il peggio

  • Mauro Gandolfi

    dice su:
    07/04/2017 alle 13:21

    Sono contento che ci sia qualcuno che è attento a queste cose ignobili e subdole, speriamo si possa risolvere tutto in fretta ed in modo positivo

  • alice t

    dice su:
    20/06/2017 alle 15:31

    per la famiglia uniti si vince

  • Paolo Bola

    dice su:
    18/07/2017 alle 20:45

    è importante difendiamo la vita e la famiglia formata da un uomo e una donna!!!

  • Philippe Vietti

    dice su:
    28/07/2017 alle 00:21

    Firmatoooooo !!! Possibile che quelli dell’UNAR non vogliano capirla che gli uomini amano esclusivamente le donne e viceversa per completarsi a vicenda??? Credono davvero di completarsi con una copia fisiologica simile alla propria?? Rido per non piangere perché siamo al limite della decenzaaaaa e dell’aridità sentimentale… forse nella vita non si sono mai davvero innamorati nel vero senso della parola!

  • Maria Rosaria Maione

    dice su:
    13/12/2017 alle 18:18

    Vorrei essere iscritta al vostro sito.grazia

  • Redazione

    dice su:
    17/01/2018 alle 06:20

    L’amore (vero) fa parte della natura umana : tutti possono e devono amare. Ma l’amore si esterna in modi diversi con gli amici, i parenti, gli animali domestici…
    I rapporti sessuali dovrebbero conseguire solo dall’amore tra un uomo e una donna che intendono generare e costruire un futuro insieme. Se no il sesso è SOLO un divertimento, non è amore: si usa il corpo altrui per avere piacere.

    Quando “l’amore” mi spinge ad avere rapporti sessuali con chi capita capita, (magari con bambini, oltre che persone del mio stesso stesso, o gruppi, o animali o cose…) forse c’è qualcosa che non va.

  • Roberto Algarotti

    dice su:
    04/02/2018 alle 10:10

    Grazie! Ho firmato! Fermiano questa indegnità!!!

  • Rosa La Marca

    dice su:
    12/03/2018 alle 13:31

    Si parla poco di castità, pudicizia, purezza, distanza e formalità nei rapporti e nelle relazioni.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati