Attendere prego

Home Page > Rivista > Aprile 2013



Il 13 Maggio dell’anno scorso sono riuscito a partecipare alla seconda Marcia Nazionale per la Vita solamente per un’ora, a causa di problemi di salute. Anche se breve, è stata un’esperienza meravigliosa vedere migliaia di persone di ceto ed opinioni diverse marciare, cantare e pregare tutte insieme per la Vita e contro l’iniqua legge 194: studenti, religiosi, stranieri, famiglie, donne e uomini di tutte le età.

Sono state la Marcia e la morte di Chiara Corbella, che conoscevo dall’infanzia, che hanno fatto nascere Notizie Pro Vita e www.prolifenews.it.

Quel 13 Maggio del 2012 ho sentito un entusiasmo ed una stupenda spinta all’azione che, temo, sia generalmente assente oggi nella nostra società, a causa del relativismo spirituale e dell’edonismo pratico dilaganti.

La condanna dell’aborto non è una prerogativa della religione cristiana. Ippocrate, il famoso medico greco vissuto nel V secolo a.C, con solenne giuramento prese l’impegno di non somministrare mai a una donna una medicina per uccidere il feto. Ancora oggi ebrei, mussulmani, buddisti e molti che si considerano pagani condannano l’aborto come il peggiore degli omicidi.


Leggi il numero completo

"Dai voce a chi non può parlare"


DONA IL TUO CONTRIBUTO
  • Contributo Sostenitore ordinario 35,00 euro
  • Contributo Promotore 50,00 euro
  • Contributo Benefattore 100,00 euro
  • Contributo Patrocinatore 250,00 euro
  • Contributo Protettore della Vita 500,00 euro

    (11 numeri all’anno)

Sostieni ProVita e ricevi a casa gratuitamente il mensile Notizie ProVita,
il bollettino ufficiale di ProVita ONLUS!