Attendere prego

Home Page > Rivista > Dicembre 2013



La stampa si è ben guardata dall’informare l’opinione pubblica sulle dichiarazioni di Megan Young, di origine Filippina, che è stata incoronata Miss Mondo 2013: si è ufficialmente dichiarata per la Vita, contro l’aborto, contro il divorzio e ha affermato che il sesso è per il matrimonio.

L’opinione di Megan riflette quella della stragrande maggioranza del popolo filippino, che, come potrete leggere nell’intervista che ci ha rilasciato Mons. Palma, ama e rispetta la Vita, la considera un dono, e considera l’aborto come un omicidio. Ma, nelle Filippine come nel resto del mondo, le lobby internazionali, ben rappresentate all’ONU, spingono sui politici e tentano di manipolare l’opinione pubblica per promuovere la contraccezione, l’eutanasia e l’aborto, sferrando continui attacchi alla Vita, alla famiglia, alla natura.

Oggi le passioni sono considerate “valori” e i desideri e i piaceri sono elevati a “diritti umani”. Stiamo vivendo una rivoluzione antropologica, dove l’uomo non è più una persona aperta agli altri e alla trascendenza, ma un individuo che si sceglie la sua verità, adotta una sua etica personale, usa le cose e le persone per trarne piacere, egoisticamente.

Coerentemente con l’aborto e l’eutanasia s’invoca la tolleranza dell’incesto e della pedofilia, in un contesto sociale dove si tenta la disgregazione e l’annientamento della famiglia.


Dona il tuo contributo

"Dai voce a chi non può parlare"


DONA IL TUO CONTRIBUTO
  • Contributo Sostenitore ordinario 35,00 euro
  • Contributo Promotore 50,00 euro
  • Contributo Benefattore 100,00 euro
  • Contributo Patrocinatore 250,00 euro
  • Contributo Protettore della Vita 500,00 euro

    (11 numeri all’anno)

Sostieni ProVita e ricevi a casa gratuitamente il mensile Notizie ProVita,
il bollettino ufficiale di ProVita ONLUS!