Attendere prego

Home Page > Aborto > La Buona Notizia #722 – Un’altra legge pro vita in America
aborto_dilatazione_estrazione

La Buona Notizia di oggi viene dall’Ohio, dove il Senato ha approvato un disegno di legge per proteggere i bambini non ancora nati dall’aborto.

Purtroppo non si tratta di un divieto radicale, ma si vieta solo la tecnica dello smembramento che si usa negli aborti tardivi.

Nel 2015, il Dipartimento della Salute ha segnalato in Ohio circa 3.000 aborti con la tecnica D & E (dilatazione ed evacuazione), eseguiti tra la tredicesima e la ventiquattresima settimana: la procedura, barbara e pericolosa, consiste nel fare a pezzi il bambino per estrarlo dal ventre materno.

La proposta è stata approvata a grande maggioranza (24 a 9).

Da quando hanno vietato l’aborto alla nascita, è stato fatto un altro significativo passo avanti nella tutela della vita.

In autunno la legge sarà sottoposta alla Camera.

All’inizio di quest’anno, il Texas è diventato l’ottavo Stato in cui la barbara pratica è stata vietata, dopo Arkansas, Alabama, Kansas, Louisiana, Mississippi, Oklahoma, e West Virginia.

Speriamo che l’Ohio allunghi la lista: i prolife hanno sostenuto negli ultimi anni, con successo, l’approvazione di 18 leggi che in qualche modo tutelano la vita: dal 2010, gli aborti sono diminuiti del 25 per cento. E questa è certamente una Buona Notizia.

Redazione

Fonte: Lifenews.com


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza… la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

2 Commenti, RSS

  • Mario ProVita

    dice su:
    04/07/2017 alle 11:03

    Quale persona avrebbe il coraggio di usare una tecnica così barbara ed inquietante?!

    • Teresa Moro

      dice su:
      04/07/2017 alle 11:54

      Purtroppo viene usata… il male non ha limiti, lo sappiamo. Ma sappiamo anche che il buon senso alla fine vince e che tanti medici e/o infermieri che facevano aborti si sono pentiti e convertiti alla causa prolife.

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati