Attendere prego

Home Page > Notizie dall’Italia > Gender: l’indottrinamento via TV e in orari protetti
televisione_omosessualismo_gender_indottrinamento_via_tv_e_in_orari_protetti

Sappiamo già che uno dei mezzi più utilizzati dagli attivisti del “pensiero unico” per veicolare l’ideologia gender è lo schermo delle nostre televisioni.

Programmi che parlano con leggerezza di ragazzine sedicenni incinte, o di come divertirsi tra ragazzi in reality infarciti di sesso come strumento di puro e semplice divertimento.

Arriva in questi giorni sul canale SKY Atlantic la serie tv prodotta da Amazon, sito internet di vendite online, intitolata TRANSPARENT.

Il titolo della serie, che è un gioco di parole tra l’aggettivo transparent (trasparente) e le parole trans parent (genitore), già aiuta a comprendere di cosa si parlerà nel nuovo programma a puntate: la storia di una famiglia, quella di Morton L. Pfefferman, un docente di scienze politiche in pensione che rivela ai suoi parenti di essersi sempre sentito una donna e di non volere più nascondere la sua identità di genere.

Bludental

La rivelazione porta a diverse incomprensioni e tensioni in famiglia, soprattutto tra i suoi tre figli: Sarah, la più vecchia, che è sposata, ha due figli e un matrimonio che non funziona più; Josh, un produttore discografico di successo e con seri problemi nel creare relazioni stabili con le donne; Ali, la più giovane, che ha invece una mentalità più aperta e un rapporto più stretto con il padre.

L’idillio della distruzione di una famiglia! Altro che coming-out!

 Redazione

FONTE: Il Post

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati