Attendere prego

Home Page > scroll_news > Vita nel grembo: 9 mesi in un video di 4 minuti
nascita_progetto gemma_io acqua e sapone_buona notizia_vita

Il “miracolo della vita”: un’espressione forse un poco abusata, ma necessaria. Quando si guarda un video come questo che in quattro minuti condensa i nove mesi dal concepimento al parto, la prima parola che viene alla mente è “miracolo”.

Questo filmato è simile a tanti altri che girano sul web, ma ha due particolarità.

Di tanto in tanto “zooomma”  all’interno del corpo del bambino e dà modo di riflettere sulla complessità della piccola vita che sta muovendo i suoi primi passi: le sinapsi del cervello, l’orecchio interno, l’apparato scheletrico… una vita piccola, ma intensa. Uno sviluppo e un  lavorio per certi versi molto più importante e complicato di quello che si svolge dopo la nascita. A quel punto – oseremmo dire – “il più è fatto”.

Poi, mostra il momento del parto: la “nascita”. Che non può certamente confondersi con la “vita”, già vera e autonoma fin dal momento in cui quelle “palline” cominciano a moltiplicarsi.

Autonomamente. Perché è una persona, un soggetto di relazione (si vede anche quando “gioca” col cordone ombelicale…), come hanno spiegato bene tante volte esperti di embriologia e scienziati.

Insomma, questo è un video da vedere e da conservare, e da far vedere, anche ai bambini, quando pongono le loro solite domande.

Quest è un video che mostra che dal momento del concepimento, nel grembo materno non c’è una “vita potenziale”, ma una vita “con un potenziale”. Una vita unica e irripetibile: perché un’altra persona identica a quella non ci potrà mai essere.

I quadri d’autore e gli altri oggetti preziosi valgono molto perché rari. La vita di ogni morula-blastocisti-embrione-feto-neonato-bambino-adolescente-adulto-anziano è davvero un pezzo unico: non ha prezzo, perché ha una dignità somma.

Redazione

 


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

Sostieni Pro Vita
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati da *

 Caratteri disponibili

Articoli Correlati